Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280

Notte alla Torre di San Nicolò. Speciale Ballarò Buskers

Nella magica atmosfera del Ballarò Buskers, Festival internazionale delle arti di strada che avrà luogo nello storico quartiere, sabato 19 ottobre è prevista un'apertura straordinaria serale della Torre di San Nicolò. Proprio davanti alla Torre medievale di Ballarò

PALERMO – Nella magica atmosfera del Ballarò Buskers, Festival internazionale delle arti di strada che avrà luogo nello storico quartiere, sabato 19 ottobre è prevista un’apertura straordinaria serale della Torre di San

Ph Maghweb
Nicolò. Proprio davanti alla Torre medievale di Ballarò, – tra le “piazze” della quarta edizione del coloratissimo festival – avranno luogo alcuni spettacoli, tra i quali lo spettacolo del fuoco de I Fuocolesi. Sabato 19 ottobre 2019 dalle 19 a mezzanotte via Nunzio Nasi, 18 – Ballarò – Palermo con le visite assistite alla Torre fino alla terrazza sarà possibile ammirare il panorama notturno sul centro storico, la vista più bella di Palermo nella meraviglia dell’arte di strada e del quartiere storico in festa.

La prenotazione è obbligatoria, disponibile 1 turno ogni ora Ticket ingresso: € 4 (bambini 5/10 anni € 1,50)
Prenotazione obbligatoria: 329.8765958 – 320.7672134 – [email protected] – www.terradamare.org/infoline – Turni disponibili: 19:00, 20:00, 21:00, 22:00, 23:00

L’appuntamento è a Palermo, Torre di San Nicolò, sabato 19 ottobre 2019 dalle 19 a mezzanotte in via Nunzio Nasi, 18 (a pochi passi dallo storico mercato di Ballarò
Prenotazione obbligatoria: 329.8765958 – 320.7672134 – [email protected] – www.terradamare.org/infoline

Torre di S. Nicolò di Bari all’Albergheria del XIII sec. Attaccata alla chiesa sorge una slanciata costruzione quadrangolare con conci ben squadrati, si tratta della trecentesca torre civica facente parte del sistema

Ph Vincenzo Russo

difensivo della città. Fatta edificare dalla universitas palermitana per difendere le mura del “Cassaro”, non faceva parte delle strutture della chiesa ma risultava svincolata ed isolata. “Torre d’eccellenza”, forse la più alta di Palermo, perduto il significato di difesa, se ne volle ingentilire e perdere il suo austero aspetto, applicandole al secondo livello delle bifore arricchite da una cornice d’intarsi. La torre, articolata in quattro livelli, è stata edificata con pietrame a grossi conci, utilizzando massi tufacei squadrati, che le conferiscono una linea rigorosa e severa. Sicuramente, tra gli elementi principali che caratterizzano la Torre, è il superbo paesaggio che è possibile ammirare dalla sua terrazza, da destra verso sinistra i monumenti del centro storico di Palermo: Cupola della Chiesa del Carmine Maggiore e Mercato di Ballarò, Cupola Chiesa del Gesù, cupola Chiesa di Santa Caterina D’Alessandria, cupola Chiesa di San Giuseppe dei Teatini, Castello Utvegio e monte Pellegrino, cupola Chiesa di Sant’Ignazio, Teatro Massimo, Cupola chiesa Santissimo Salvatore, cupola Chiesa di Santa Chiara, Liceo Benedetto Croce(ex Ospedale Fatebenefratelli), Palazzo Conte Federico, Palazzo Sclafani, Cattedrale, Porta Nuova, Palazzo Reale, Chiesa di San Giuseppe Cafasso, Chiesa di San Francesco Saverio.

I commenti sono chiusi.