A Tonino Perna, economista e sociologo, l’edizione 2018 del Premio Marcello La Greca “Grifone d’Argento”

di

È stato assegnato all’economista e sociologo Tonino Perna il Premio Marcello La Greca “Grifone d’Argento 2018”. Il docente, ordinario di Sociologia economica all’Università di Messina, terrà giovedì 25 ottobre, alle 17, nell’aula centrale della Cittadella di via Androne (dipartimento di Scienze biologiche geologiche e ambientali), una conferenza dal titolo “La gestione delle aree protette oggi: problemi e prospettive“.

Introdurrà i lavori il direttore del dipartimento Carmelo Monaco, seguiranno gli interventi di Filadelfo Brogna (Azienda Foreste Demaniali, direttore della Riserva “Oasi di Vendicari”), di Fabio Cilea (Lega Italiana Protezione Uccelli, direttore della Riserva “Saline di Priolo”) e di Gaetano Torrisi (Città Metropolitana di Catania, direttore delle Riserve “Oasi del Simeto” e “Fiume Fiumefreddo”). Concluderà la conferenza – coordinata dal prof. Giorgio Sabella, presidente dei corsi di laurea in Scienze ambientali e naturali e del cdl magistrale in Biologia ambientale dell’Università di Catania – il sindaco di Noto Corrado Bonfanti.

Proprio a Noto, infatti, al Palazzo Nicolaci di Villadorata, venerdì 26 ottobre, alle 17, si terrà la cerimonia di consegna del Premio Marcello La Greca “Grifone d’Argento 2018” a Tonino Perna, figura poliedrica attiva nel campo ambientale-culturale, già presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte (dal 2000 al 2005), autore teatrale e soggettista, propugnatore e sostenitore dello sviluppo locale auto-sostenibile, inventore di racconti ed ecofavole, impegnato da anni in ruoli politico-istituzionali occupandosi anche di cooperazione internazionale e di modelli di sviluppo e tutela ambientale.

Nelle vesti di presidente del Parco dell’Aspromonte ha sperimentato un sistema anti-incendio che è diventato un modello a livello europeo e ha fatto coniare dall’Istituto Poligrafico dello Stato la prima moneta locale (L’Ecoaspromonte) che ha avuto corso nel nostro Paese. Nel 2003 per il libro “Aspromonte: i parchi nazionali nello sviluppo locale” ha vinto per la sezione ambiente il premio Gambinus e il premio Carlo Bo dell’Università di Urbino. Nel 1998 Perna ha ideato e coordinato la progettazione del parco Ecolandia, parco ludico-tecnologico ambientale ispirato ai miti della Magna Grecia.