Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Il primo video di Rita Monforte e le sue “super” lasagne alla catanese

Le “super” lasagne di Rita Monforte che è riuscita a coinvolgere tutta la sua famiglia per creare questo nuovo progetto. Nata il 16 maggio, il giorno dello stile senza freni, Rita deve cercare di conciliare il suo lato “fiammeggiante” con l’esigenza di mantenere un equilibrio. Quale migliore occasione di restare a casa con la fiamma dei fornelli da tenere "sempre accesa"?

Tempo di lettura: 3 minuti

“Vuoi conoscere la ricetta delle mie Super lasagne? Le migliori che io abbia mai cucinato! E sì che per raggiungere la perfezione, di lasagne ne ho cucinate tante nel corso della mia vita, “belle grasse” ricche di ragù, grondanti di besciamella e che quando te le mangi te ne freghi delle calorie e pensi che questa sia una delle cose migliori per cui valga la pena vivere. E se qualcuno mi chiede da dove ho preso la ricetta, mi viene in mente un Natale di 25 anni fa.

Sposata da un paio di mesi, trasferiti dalla nostra amata Palermo ad un paesino ai piedi dell’Etna…

Vigilia di Natale io, Michele e la nostra primogenita, la nostra prima vigilia di Natale nella nostra casetta e con la nostra bambina…tanti i preparativi, dagli addobbi in casa, ai regali, fino alla spesa al supermercato per il pranzo e la cena di natale. A casa non manca proprio nulla, il frigo e la dispensa strapieni di tutto. “Stasera cosa mangiamo? Cosa hai pensato di preparare?” mi chiede Michele, ed io prontamente rispondo: “Non saprei, più tardi vediamo”, intanto si fa ora di cena, apparecchio come fosse un giorno normale, vado in cucina e porto in tavola un tegamino con pastina all’uovo e formaggino galbani, sai, quello rotondo che viene venduto nelle confezioni in plastica, che piace tanto alla mia bimba, e del parmigiano reggiano sia intero che grattugiato. A quel punto Michele mi guarda e mi dice: “è tutto qui?” ed io rispondo di sì. E in quell’istante ho percepito la sua disapprovazione ma soprattutto la sua delusione. Il mio saggio marito, nel vedermi frastornata disse:  “Sai dovremmo chiamare mia mamma e farci dare delle ricette che lei cucinava e che io amavo tanto mangiare, cosa ne pensi?”

A queste parole quasi tutte le mogli fanno lo stesso pensiero ma io risposi con la mia proverbiale diplomazia: “Cosa ne penso? Io non vado d’accordo con tua madre e non voglio andare oltre, ma per amore…per amore tutto è concesso!” E cosi fu! Ogni giorno ci sentivamo al telefono e lei mi dettagliava le ricette passo passo. La sua famiglia ha origini trapanesi, io sono di origine palermitana e quindi le stravolgevo gli ingredienti: ormai abito a Catania da tanti anni e le ho trasformate alla catanese ma l’ingrediente misterioso di mia suocera, quello rimane…

Nella realizzazione di questa ricetta tutti in famiglia hanno avuto un ruolo; Michele ha fatto la spesa, io ho cucinato, Elisabetta ha curato la regia , Maria Chiara ha realizzato i vari video, Gabriele lo ha montato, Alessandro (mio fratello che in questo periodo di quarantena vive con noi) l’assaggiatore ufficiale, Bella e Olivia i nostri amati cuccioli, hanno provveduto minuziosamente a spazzolare il pavimento non appena finita la ricetta.

Ingredienti per 4 persone:
400 g di lasagne
250 polpa di manzo tritata
200 macinato di maiale
1 cipolla 🧅
1 carota 🥕
1 costa di sedano
1/2 bicchiere di vino rosso corposo
5 chiodi di garofano
30 g di burro 🧈
Olio Evo
1L di salsa di pomodoro 🍅
Parmigiano e provola dolce

Preparazione del ragù:
Fate appassire la cipolla tritata carota e sedano in un tegame, con burro e olio e rosolate il tritato e la salsiccia, spellata e sbriciolata. Sfumate con il vino e, quando il fondo di cottura si sarà ristretto, aggiungete i chiodi di garofano, la salsa di pomodoro; salate, pepate e cuocete dolcemente per 3 ore circa

Per la salsa besciamella:
100g di burro
100g di farina
1L di latte
noce moscata (facoltativa)
sale

Ho unito tutti gli ingredienti in un robot da cucina e li ho cucinati a 95 gradi per 10 min circa, ma se non ne possedete uno, potete farlo a mano con questo procedimento; in un pentolino lasciate fondere il burro a fuoco moderato; unite la farina mescolando con la frusta. Quindi versate il latte freddo tutto in una volta continuando a mescolare finché inizia a bollire. Salate, diminuite l’intensità della fiamma e cuocete per almeno venti minuti coperto e mescolando continuamente. Togliete dal fuoco, regolate se occorre il sale e, volendo, insaporite con un pizzico di noce moscata.

Passiamo alla composizione delle lasagne:

prendete una teglia o una pirofila rettangolare dalle dimensioni di 30×20 cm. Distribuite un filo di besciamella sulla teglia in modo uniforme su tutta la superficie, poi adagiate le lasagne e versate nuovamente un sottile strato di besciamella e uno di ragù, sminuzzate ci sopra la provola dolce e i po’ di parmigiano reggiano. Ripetete per altri 2 strati. Io ho utilizzato il forno a vapore utilizzando la funzione vapore 25% per 50 min. Con un forno normale Infornare a 180 gradi forno statico per circa 50 minuti se volete mettete un pentolino con dell’acqua sulla base del vostro forno, creerà l’effetto vapore, rendendo la lasagna morbida al centro e croccante fuori. Note: Ricordate di togliere il nostro ingrediente segreto dal ragù: i chiodi di garofano

La foto di copertina è stata scattata prima dell’emergenza Covid-19

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci