17.8 C
Catania
domenica, Aprile 14, 2024
spot_imgspot_img
HomeRubricheL'Urlo di TifeoQuando qualcuno mi dice a cosa serve la filosofia? La vera storia...

Quando qualcuno mi dice a cosa serve la filosofia? La vera storia di Platone, Plotino e Marsilio Ficino

Io rispondo a cosa serve la politica? A cosa serve la religione? A cosa serve la storia? A cosa serve il denaro? Volete sapere come rispondevano a queste domande i Neoplatonici?

Domani 1 maggio alle ore 19.00 collegatevi gratuitamente sull’indirizzo della piattaforma Meet ad un seminario sul Neoplatonismo organizzato dall’Accademia dello Spirito di Catania con una relatrice d’eccezione la dott.ssa Iole Di Simone che di filosofia ne sa e la sottoscritta che la studia continuamente scoprendo meraviglie terribili…

Pubblicità

L’indirizzo lo troverete alla fine dell’articolo e lo saprete. Intanto un anticipo:

Se non hai un’anima, una mente e un corpo non sai nemmeno di esistere: forse è proprio quello a cui serve la filosofia…dimostrare la nostra esistenza!!!

Certo se per esistenza, per sentirti vivo, come essere umano, hai bisogno solo di mangiare, evacuare, fare sesso e shopping, allora la filosofia non è per te, che manco sei “nato” quindi mi sembra improbabile che tu possa valutare “la tua esistenza”. Ma se invece ti senti strano e parlo sempre come essere umano senza distinzione di genere, come si dice fuori dal “coro” e dai selfie-spritz e hai necessità di dare senso e significato alla tua esistenza, perché ti senti vivo, evviva, hai già un buon punto di partenza, allora, la filosofia è “la tua strada”. Questo non significa che smetterai di mangiare, evacuare, fare sesso, shopping e bere spritz facendo insensati selfie di “finta felicità” e “vere sbronze”: ma la differenza sarà che lo farai con consapevolezza, con filosofia, con sapienza che “il peccato” non sta nell’atto compiuto ma “nell’intenzione” di compierlo. La consapevolezza è il primo passo verso la guarigione di tutti i mali e il Neoplatonismo, corrente filosofica poco studiata, sia a scuola, che all’università, sembra convergere verso questa post-virtualità. Di fronte ad un numero crescente di psicologi e psicoterapeuti, che fanno meditazione, ora si chiama mindfulness e trance sciamanica, che ora si chiama ipnosi, la filosofia ci appare come la Terra di Nessuno: no, anzi no! Ci appare la terra di nuovi cialtroni che si sono appropriati della filosofia per farne terreno di scherno e di gioco del tipo, un coppia mediatica di mia conoscenza, che parla della noia sotto metafore che una metanoia e una paranoia di crack ci sembra un angolo di paradiso…certo se poi l’alternativa a questi sedicenti filosofi,  sono i tromboni della filosofia che ci raccontano che studiano da vent’anni  sui Neoplatonici, nel caso in fattispecie su Plotino, anch’io mi sarei sparato un colpo di revolver in fronte: così mi facevo il “terzo occhio” prima di esalare e avevo capito tutto!!!

No, ci dev’essere una via di mezzo tra la coppia robusta e furbona che spara “minchiate filosofiche” tanto chi li può contraddire nessuno più studia la filosofia, oppure come dicevamo prima, i vecchi tromboni depositari delle parole di uomini morti da circa duemila anni, che ti fanno scappare dalla filosofia.

La via di mezzo che è anche una via esoterica, cioè segreta perché non ve la racconta nessuno, o perché non la sanno o perché non ve la vogliono raccontare, è che la filosofia, quella “vera” va discussa, va vissuta, va animata, contestualizzata al periodo in cui è stata ideata. Scoprire ad esempio che Platone e poi Plotino erano stati influenzati dalla filosofia indiana, non religione ma filosofia, che aveva scoperto ancora prima dei greci, come funzionava il corpo e l’anima e la mente, e che quindi la filosofia serviva a capire la funzione della nostra incarnazione su questo pianeta, per poi rinascere sempre a nuove vite più belle e più fulgide e felici, con corpi nuovi scattanti e splendenti e non più ripieni di malattie e cellulite, di sensi di colpa e meccanismi di difesa, come continuano a dimostrare “i polpettoni” della ricerca filosofica tanto quelli giovani malformati e clinicamente obesi e i vecchi decrepiti totalmente rincitrulliti. A questo punto non mi resta che invitarvi ad un workshop che si terrà domani alle 19.00 a questo indirizzo partecipa

Per tentare di convincervi dopo la meravigliosa gita del 1 maggio, che la filosofia vi potrà aiutare a digerire ed evacuare tutto il cibo che avete ingurgitato senza nessuna consapevolezza di averlo fatto e forse a sentirvi più liberi e leggeri aiutandovi a separarvi da tutte le “minchiate filosofiche” che avete detto, fatto e ascoltato!!!

 

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Susanna Basile
Susanna Basilehttp://www.susannabasile.it
Susanna Basile Assistente di redazione Psicologa e sessuologa
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli