Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

“Gruppo Volontari Italia” operativi a sostegno dei più bisognosi nel III municipio di Catania

Dagli anziani alle famiglie indigenti ad ogni livello, sia esso materiale che psicologico, si ha bisogno di un sostegno

Tempo di lettura: < 1 minuto

CATANIA – Tra i tanti problemi a cui le istituzioni, ad ogni livello, sono chiamate a rispondere in questo periodo di emergenza dovuto al Covid-19 c’è quello dell’assistenza ai più bisognosi. Dagli anziani alle famiglie indigenti ad ogni livello, sia esso materiale che psicologico, si ha bisogno di un sostegno. Ed è qui che la macchina del volontariato si è messa in moto da tempo. “Il comune si è attivato a tutti i livelli necessari a superare questa situazione consegnando alle famiglie maggiormente in crisi generi di prima necessità- afferma il presidente di “Borgo-Sanzio” Paolo Ferrara- una macchina che funziona a pieno regime e di questo siamo grati all’assessore ai Servizi Sociali Lombardo e all’assessore alla Protezione Civile Porto per tutti gli sforzi profusi. Importanti obiettivi che si sta riuscendo a raggiungere grazie alla sinergia tra l’amministrazione comunale e le associazioni del territorio. Tra loro- dichiara Ferrara- c’è il “Gruppo Volontari Italia”, presieduto da Paolo Di Vita, che consegna generi di primo conforto in tutta Catania. Un servizio importante che, oltre all’aspetto sociale, è assolutamente utile perchè riduce gli spostamenti di decine di persone”. Da tempo esiste una grande collaborazione tra il “Gruppo Volontari Italia” e il III municipio di Catania. Una cooperazione che in passato ha portato al presidio del Lavatoio di Cibali, per consentire alla popolazione di poter ammirare questa testimonianza del passato, e l’Epifania a Vulcania per la consegna della tradizionale calza.
Dottor Paolo Ferrara, presidente III municipalità Catania

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci