Sicilia Report
Sicilia Report

Rallenta pandemia in Sicilia: diminuiscono positivi e vittime

Quanto emerge dai dati diffusi domenica dal dipartimento della Protezione civile per la settimana appena conclusa

Palermo, 8 feb. – Diminuiscono positivi e ricoverati in Sicilia, così come le vittime. E’ quanto emerge dai dati diffusi domenica dal dipartimento della Protezione civile. “I dati della settimana appena conclusa – sottolinea il responsabile dell’Ufficio statistica del Comune di Palermo, Girolamo D’Anneo – mostrano un ulteriore rallentamento della pandemia nell’Isola. Rispetto alla settimana precedente sono diminuiti i nuovi positivi, gli attuali positivi, i ricoverati, le persone in isolamento domiciliare e i deceduti. E’, però, leggermente aumentato il numero dei nuovi ingressi in terapia intensiva.

Bottone 980×300

Nell’Isola, infatti, i nuovi positivi sono 5.451, il 14,2 per cento in meno rispetto alla settimana precedente, quando si era già registrata una diminuzione del 29,6 per cento. I tamponi positivi sono pari al 14,1 per cento delle persone testate, in diminuzione rispetto al 15,7 per cento della settimana precedente. Gli attuali positivi sono 39.009, ossia 3.280 in meno, mentre le persone in isolamento domiciliare sono 37.633 (3.127 in meno rispetto ai sette giorni precedenti).

I ricoverati sono 1.376, di cui 178 in terapia intensiva. Rispetto alla settimana precedente sono diminuiti di 153 unità (di cui -26 in terapia intensiva). Nella settimana appena conclusa si sono registrati 73 nuovi ingressi in terapia intensiva (+4,3 per cento rispetto ai 70 della settimana precedente). Cresciuto anche il numero dei guariti (98.863): sono 8.527 in più rispetto alla settimana precedente. La percentuale dei guariti sul totale positivi è pari al 69,8 per cento (era il 66,4 per cento domenica scorsa).

Il numero dei deceduti, pari a 3.682, è aumentato di 204 unità rispetto alla settimana precedente. Il tasso di letalità (deceduti/totale positivi) è pari al 2,6 per cento (come domenica scorsa). I ricoverati complessivamente rappresentano il 3,6 per cento degli attuali positivi (i ricoverati in terapia intensiva lo 0,5 per cento).
(Adnkronos)

Commenti