Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280
©Siciliareport

Le Chiese di Catania: La chiesa di San Giuliano e convento annesso

Passeggiando nella nostra città alla ricerca di particolari storici delle chiese barocche che verranno approfonditi nel nostro nuovo magazine “Le culture”

La Chiesa di San Giuliano, si trova in Via Crociferi ed è stata edificata dopo il terremoto del 1693; è stata realizzata da Vaccarini nella prima metà del XVIII secolo, ed è situata di fronte al Collegio dei Gesuiti. Contornata da una preziosa cancellata in ferro battuto, ha una facciata convessa che riesce a conferire grande dinamicità all’intera struttura. La cancellata assolve ad un ruolo rilevante: impedisce l’accesso alla chiesa, e ed evidenzia l’immagine dell’edificio, come le cornici per i quadri, proprio per evidenziare la stretta prospettiva della via. Il secondo ordine è coronato da una loggia. Il portale d’ingresso è sovrastato da due statue che rappresentano quella di destra il santo Giuliano e quella di sinistra Basilissa, i due santi erano marito e moglie. Costretti dalla loro famiglia a sposarsi, Basilissa e Giuliano erano d’accordo di mantenere la loro verginità. Giuliano aiutò Basilissa a fondare un convento per le donne, di cui lei stessa divenne la superiora. Lui raccolse un gran numero di monaci e si impegnò nella loro direzione. Trasformarono la loro casa in un ospedale in grado di ospitare oltre un migliaio di persone. Subirono il martirio durante la persecuzione di Diocleziano ad Antiochia, in Siria, per ordine del governatore Marziano. Basilissa fu giustiziata per prima, insieme con le donne del monastero. Poi fu la volta di Giuliano che fu messo a morte per decapitazione.

I commenti sono chiusi.