Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Pubblicità

Case popolari a Palermo, Falcone: “gare, progetti e manutenzione per venti milioni in città e in provincia”

5

PALERMO – “Ci fa piacere che il sindacato Sunia apprezzi l’operato del Governo Musumeci circa lo sblocco di 28 appalti per una cifra complessiva di 220 milioni di euro. Ma vogliamo precisare che quell’elenco, diffuso dal Giornale di Sicilia, riguardava esclusivamente le gare di cui si sono occupati gli Urega delle nove province di Sicilia. In merito alle politiche abitative a Palermo e provincia, invece, sono ben due le gare già pubblicate dall’Iacp dal valore complessivo di circa sei milioni di euro, entrambe riguardanti il quartiere Ballarò: una relativa a cinque abitazioni, dal valore di un milione e 400mila euro; la seconda, da 4 milioni e 750mila euro, prevede altri 15 alloggi. Nelle prossime settimane, inoltre, il commissario Iacp Ferruccio Ferruggia fornirà un elenco dettagliato sul Piano di manutenzioni voluto dal Governo Musumeci per 100 immobili a Palermo e provincia. Un piano dal valore di 4 milioni di euro che servirà a ridare dignità agli alloggi e alle condizioni di vita quotidiana degli aventi diritto. Infine, siamo in attesa che il fondo Experia definisca l’ambizioso progetto di housing sociale che riguarda la città di Bagheria: previsto un investimento da 12 milioni di euro per 77 unità immobiliari”.

Lo dichiara Marco Falcone, assessore regionale alle Infrastrutture, dopo la presa di posizione del Sunia Palermo, arrivata da Zaher Darwish, riguardo le politiche abitative di Iacp e Regione nel capoluogo siciliano.

“D’intesa con il segretario regionale Sunia Giusi Milazzo – aggiunge l’assessore Falcone – abbiamo comunque già fissato per il prossimo 11 novembre, alle ore 10 al Palazzo della Regione di Catania, un tavolo tecnico con le sigle sindacali degli inquilini in vista degli interventi del Governo Musumeci su assegnazioni e morosità incolpevole”.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci