Giovanni Musumeci

Si terrà domani, a partire dalle 9 davanti la sede dell’Istituto musicale “Vincenzo Bellini” di Catania, il sit-in dei lavoratori dell’ex appalto di pulizia e custodia che, fino al 2018, avevano operato all’interno dello stesso ente per conto della Città metropolitana etnea, prima che il servizio venisse assegnato alla “Pubbliservizi”. Affidamento che scade proprio il 30 aprile e che non sarà rinnovato per far posto ad una ditta appaltante che, dunque, andrà a gestire i servizi come confermato dalla Ugl. “Dopo il breve interregno della società partecipata della Città metropolitana, che di fatto non aveva consentito la continuità lavorativa delle risorse umane interessate, si ritorna alla vecchia formula motivo per cui continuiamo a chiedere il riassorbimento del personale.

Pubblicità

Un impegno – aggiungono sempre dal sindacato – che è stato espresso diverse volte, anche nell’ambito di riunioni tenutesi nel tempo in Prefettura, dall’Amministrazione metropolitana ed, in ultimo, nell’incontro dello scorso 30 marzo con il sindaco Salvo Pogliese. Per questo, nell’intento di avere maggiore chiarezza sul futuro di questi lavoratori, a metà aprile abbiamo richiesto l’aggiornamento della riunione, ma ancora oggi siamo in attesa di risposta mentre da inizio maggio l’appalto riprenderà probabilmente con altri dipendenti. Saremo quindi di nuovo in strada a fianco degli operatori – concludono dalla Ugl – per rivendicare il diritto al lavoro che, inspiegabilmente, gli è stato negato e mai restituito.”

Ufficio Stampa U. G. L. – Unione Territoriale del Lavoro di Catania