Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280
Tel Aviv - Foto archivio

Israele: da oggi stop obbligo mascherina all’aperto

Rimane obbligatorio nei luoghi chiusi

Tel Aviv, 18 apr.- Ai residenti israeliani non è più obbligatorio l’uso della mascherina in pubblico per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Tuttavia, l’uso della mascherina in Israele è ancora obbligatorio nei luoghi chiusi. Secondo alcuni esperti anche questa regola potrebbe essere revocata entro il prossimo mese grazie al drastico calo dei conteggi nel paese. La maggior parte delle scuole sono state completamente riaperte. Nelle aule sono comunque obbligatorie ancora le mascherine. Il numero di persone attualmente gravemente ammalate a causa del Covid-19 si aggira in Israele intorno alle 200. A fine gennaio la cifra era di circa 1.200. Circa 5,3 milioni dei 9 milioni di abitanti del paese hanno ricevuto almeno una dose del vaccino Pfizer / BioNTech. Quasi 5 milioni di abitanti hanno ricevuto le due dosi.

Bottone 980×300

Circa 1 milione di israeliani di età superiore ai 16 anni ancora non è stato vaccinato. Gli esperti hanno avvertito che il paese non ha ancora raggiunto l’immunità di gregge.
Israele, che oggi registra appena 82 casi di Covid dopo il successo della campagna vaccinale, riapre le scuole di tutti i gradi in presenza piena. E da oggi revoca l’obbligo dell’uso delle mascherine all’aperto. “Il livello di presenza del virus in Israele è molto basso, grazie al successo della nostra campagna vaccinale, e quindi possiamo revocare altre restrizioni”, ha detto il ministro della Sanità, Yuli Eldestein, annunciando le misure. Ribandendo che la mascherina rimane lo strumento con cui “ci proteggiamo dal virus”, ha spiegato che la decisione è stata presa sulla base della raccomandazione degli esperti che hanno detto che “non sono necessarie all’aperto”. Dovranno comunque, ha raccomandato, essere usate chiuso: “uniti manterremo basso il livello dei contagi”, ha concluso.
(Adnkronos/Dpa)

 

 

I commenti sono chiusi.