Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

“Il postino che rubava la posta di Sciascia”: Giovanna Giordano candidata al Nobel intervistata da Felice Cavallaro

La scrittrice siciliana in una lunga conversazione, disponibile sui canali social dell'associazione Strada degli Scrittori

“Il postino che rubava la posta di Sciascia”. Giovanna Giordano, la scrittrice siciliana candidata al Nobel intervistata da Felice Cavallaro. In una lunga conversazione, disponibile sui canali social dell’associazione Strada degli Scrittori, parla della sua gioventù e del suo rapporto con il Maestro di Regalpetra e con Racalmuto
“Da giovanissima inviavo a Leonardo Sciascia dei cataloghi d’arte da me curati, ma solo dopo anni ho scoperto che un impiegato delle poste invece che spedirli li teneva per sè. Gli raccontai questa storia e a lui piacque moltissimo. Da lì iniziarono i nostri rapporti”.

E’ questo uno dei passaggi dell’intervista video rilasciata dalla scrittrice messinese Giovanna Giordano, oggi candidata al Nobel per la Letteratura, al direttore della Strada degli Scrittori Felice Cavallaro e pubblicata sui canali social dell’associazione.
In una lunga conversazione Giovanna Giordano, vincitrice anni fa a Grotte del premio “Racalmare-Leonardo Sciascia”, ha ripercorso la sua carriera, parlando dei suoi “angeli custodi”, cioè Leonardo Sciascia, Fernanda Pivano e Gesualdo Bufalino, il primo che la spinse a proporre un suo scritto al premio “Calvino”.

Un’occasione per parlare di alcuni dei luoghi della Strada degli Scrittori, a partire dalla campagna di contrada Noce, a Racalmuto, buen retiro del maestro di Regalpetra, e per fare il punto anche sullo stato di salute oggi del sistema dell’editoria.

Qui il link https://www.youtube.com/watch?v=9KmNEz3gP1M

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci