Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Operazione “Ampio Raggio 5”, avvisi orali a posteggiatori abusivi plurirecidivi

Ha colpito ben 18 posteggiatori abusivi i quali, vista anche la precedente denuncia, rischieranno, nel perseverare nella loro condotta illegale, di essere proposti al Tribunale per l’irrogazione della Sorveglianza Speciale

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA – Ancora fermezza e perseveranza contro la criminalità e l’illegalità diffusa, secondo le direttive impartite dal Questore Mario Della Cioppa che ha disposto, nella giornata di ieri, un’altra operazione straordinaria di controllo del territorio a largo raggio in tutta la provincia di Catania e nel comune capoluogo, che ha impegnato diversi operatori della Polizia di Stato.
Siamo al quinto intervento che ha riguardato l’azione di prevenzione e di repressione dei vari reati in occasione del periodo natalizio, in cui sono molte le persone che affollano le vie cittadine, rappresentando un potenziale obiettivo per la criminalità predatoria, e in genere per la crescita dell’illegalità diffusa, tra cui anche l’odiosissima attività di posteggiatore abusivo, fenomeno illegale diffusissimo a Catania. Proprio su quest’ultimo versante, il Questore Della Cioppa che ha deciso di investire molte risorse ed energie che, nella giornata di ieri, sono culminate nella notifica di una raffica di misure di prevenzione nei confronti di quanti, recidivi in tale attività e con sanzioni amministrative già irrogate, siano stati denunciati all’Autorità Giudiziaria, ai sensi dell’art. 7 co. 15 bis del Codice della Strada che statuisce la caratterizzazione penale della recidiva di tali comportamenti.

Stiamo parlando dell’Avviso Orale, misura di prevenzione adottata dal Questore in veste di Autorità provinciale di Pubblica Sicurezza, che ha colpito ben 18 posteggiatori abusivi i quali – vista anche la precedente denuncia – rischieranno, nel perseverare nella loro condotta illegale, di essere proposti al Tribunale per l’irrogazione della Sorveglianza Speciale, una misura di prevenzione ancor più afflittiva che prevede delle restrizioni della libertà personale, la cui violazione comporterebbe ancora denunce penali e, in taluni casi, l’arresto in flagranza.
Complessivamente sono stati schierati 17 equipaggi all’interno dell’area urbana, composti da agenti dei Commissariati cittadini, del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale, della Sezione di Polizia Stradale, della Polizia Ferroviaria e della Polizia di Frontiera Aeroportuale, dei Cinofili dell’UPGSP e del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica. A loro si aggiungono le 9 pattuglie disposte nelle città di Adrano, Caltagirone e Acireale con posti di controllo strategici in modo da garantire la massima efficacia.
La mappa delle strade da controllare è già consolidata dalle precedenti edizioni dell’operazione: via Acicastello, via del Bosco, via S. Martelli Castaldi, piazza Giovanni XXIII, via Del Rotolo, via Pacinotti, via G.M. Frontini, Piazza Europa, via Cristoforo Colombo, piazza Stazione Acquicella, via Acquicella Porto, via Plebiscito, viale Librino, viale San Teodoro, viale Castagnola. Ad Acireale: S.S. 114, via S. Cristoforo Colombo, Zona Capo Mulini. A cura della Polizia di Frontiera: Santa Maria Goretti, Area Demaniale adiacente il Varco Dusmet. A cura della Polizia Ferroviaria: Stazione FS Catania Centrale, Stazione FS Acireale. Ad Adrano: via Casale Greci, Contrada Naviccia, via Madonna Santissime delle Grazie. A Caltagirone: Santa Maria di Gesù, via Circonvallazione, via Mons. M. Sturzo.
Ripetuta anche la strategica presenza degli istruttori di tecniche operative che hanno dato, come la volta scorsa, un contributo in più per la sicurezza degli uomini della Polizia di Stato, accrescendone la professionalità e, quindi, l’efficacia operativa.
Complessivamente sono state controllate 249 persone e 129 veicoli; le contestazioni per infrazioni al C.d.S. sono state 44, mentre i fermi amm.vi per guida senza uso del casco protettivo si riducono a 3. Sempre alto il numero dei veicoli sequestrati per mancanza di copertura assicurativa, ben 7, e 4 sono state le patente di guida ritirate. Sono state ritirate 2 Carte di circolazione. Sono stati controllati 2 esercizi pubblici e sono state effettuate due perquisizioni domiciliari.
Questi servizi straordinari di controllo del territorio saranno intensificati nel corso del periodo di capodanno, allo scopo di garantire serenità ai cittadini e una maggiore vivibilità alla città di Catania.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci