Sicilia Report
Sicilia Report

In casa con armi, munizioni ed esplosivi: arrestato pregiudicato

ACIREALE (CT) – Nella mattinata di ieri, 4 febbraio, personale del Commissariato di P.S. di Acireale, con la collaborazione di personale del Nucleo Artificieri e del Reparto Cinofili della Questura di Catania, nell’ambito di attività info-investigativa, ha dato luogo ad alcune perquisizioni nel territorio di giurisdizione, avendo appreso che alcuni soggetti pregiudicati potessero detenere armi o munizioni presso le loro abitazioni.
Nel corso dell’attività sopra descritta svolta a carico di FLORIO Giuseppe, classe ‘69, in un cortile nelle adiacenze dell’abitazione, ove erano parcheggiati alcuni mezzi riconducibili ad una ditta di autonoleggio gestita da familiari dello stesso, in un terrapieno ove erano collocate alcune piante, il cane di supporto all’azione di ricerca segnalava la possibile presenza di armi o munizioni, avendo fiutato la presenza di polvere da sparo.
Eseguito lo scavo nella zona d’interesse, veniva rinvenuto un borsone contenente un fucile a canne mozze, privo di segni identificativi, nonché diverse munizioni per pistola e fucile.

Bottone 980×300

L’atto di ricerca, proseguito in un locale attrezzi riconducibile al FLORIO, permetteva di rinvenire nr. 5 manufatti esplosivi illegali, tipo candelotti, privi di etichettatura, riconducibili alla quarta classe degli esplosivi, qualificati dal personale degli artificieri come ordigni dalle spiccate potenzialità offensive, potendo, uno di essi, divellere una saracinesca qualora innescato.

Alla luce di quanto sopra rappresentato, il FLORIO, personaggio noto a questi uffici per il curriculum criminale, già condannato per gravi reati, fra i quali anche associazione mafiosa, veniva tratto in arresto nella flagranza dei reati di detenzione abusiva di arma alterata e clandestina, detenzione illegale di munizioni, detenzione illegale di materiale esplodente, nonché ricettazione di quanto elencato; il predetto materiale rinvenuto veniva sottoposto a sequestro ed inviato al Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica di Catania per gli opportuni accertamenti.

Il FLORIO, dopo gli adempimenti di rito, veniva associato presso la Casa Circondariale di Enna, per ivi rimanere ristretto a disposizione dell’A.G. procedente.

Commenti