Viagrande (CT) – Un vegetale della cucina povera e contadina siciliana recentemente riscoperto come super food della tavola catanese: il Cavolo Trunzu di Aci sarà il protagonista di una cena riservata “Sa·po·ri” Cena ad Unico ingrediente Cavolo Trunzu di Aci il prossimo 5 Ottobre al ristorante “iPalici” del Relais San Giuliano di Viagrande in provincia di Catania.
Il menù firmato dallo Chef Gaetano Procopio declinerà la brassicacea acese in portate che andranno dal welcome al dessert, l’ingrediente autoctono sarà così utilizzato in tutte  le sue parti nelle interessanti preparazioni che si prefiggono una cucina totalmente a scarto zero.
Filiera corta e stagionalità dell’orto sono i valori che Procopio appena arrivato al Relais San Giuliano che è Boutique Hotel De Charme, Dimora Storica riconosciuta e partner del FAI, porta in eredità dalle sue precedenti collaborazioni sempre legate alla terra e alla ricchezza della biodiversità jonico-etnea.

Pubblicità

 

Inizia da “Sa·po·ri”, il percorso di Gaetano Procopio e de iPalici ristorante all’interno della dimora, legati insieme in un nuovo cammino gastronomico. L’occasione sarà ideale per ritrovare un cibo familiare della cucina isolana in una veste ragionata e inconsueta, un itinerario a tappe tra i sapori che prevederà abbinamenti con etichette che possano esaltare le proprietà del gustoso vegetale e per godere pienamente del prezioso e salutare prodotto che dal 2012 è anche un Presidio Slow Food.

L’appuntamento incrocia i temi della sostenibilità alimentare con quella architettonica poiché il Relais San Giuliano ha recentemente ricevuto il premio “CarlottaxARCHITETTURA2021” per la coerente ristrutturazione del “Palmento del Serra” convertito in elegante lounge bar, per la certosina ricostruzione avvenuta nel rispetto degli stili originari di quella che fu l’abitazione fuori città dei Marchesi di San Giuliano, splendida residenza della campagna catanese immersa fra filari di uve e fertili frutteti.

COPYRIGHT SICILIAREPORT.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità