Sicilia Report
Sicilia Report

Piazza Europa a Catania, la segnalazione tra degrado e richieste di riqualificazione

Da qui la proposta di affidare completamente il sito ai privati. Imprenditori disposti a investire sul rilancio di piazza Europa ascoltando le proposte ed i progetti del II municipio di Catania dichiara Andrea Cardello

CATANIA – Il degrado, il vandalismo e l’abbandono sono gli elementi predominanti di quella che una volta era una delle più importanti piazze di Catania. Piazza Europa fino a pochi anni fa era considerata uno dei salotti buoni dell’intera città.

Bottone 980×300

“Oggi, purtroppo, la situazione è completamente diversa- afferma il consigliere del II municipio di Catania Andrea Cardello- le aiuole sono invase dai rifiuti, i muri in pietra lavica sono pieni di scritte e la pavimentazione è piena di buche in molti punti. Oggi piazza Europa è divisa in una parte gestita da privati che ne hanno fatto un punto di aggregazione e socializzazione. Il resto dell’area, in mano al Comune di Catania, è completamente abbandonata al suo destino- prosegue Cardello- in questo contesto a farne le spese è la fontana principale, priva dei bracci metallici e completamente a secco, e la Garitta Spagnola assolutamente inavvicinabile. Quest’ultima rappresenta una testimonianza storica che, in qualsiasi altra città europea, sarebbe visitabile al pubblico dietro pagamento di un ticket. A Catania,invece, viene imbrattata e lasciata al suo destino. L’ennesimo segnale che questa amministrazione non ha la minima visione imprenditoriale e di accoglienza dei turisti e dei visitatori”.

Da qui la proposta di affidare completamente il sito ai privati. Imprenditori disposti a investire sul rilancio di piazza Europa ascoltando le proposte ed i progetti del II municipio di Catania per rendere questo territorio più vivibile e sicuro.

“La zona a forte vocazione turistica- conclude Cardello- ha specifiche urgenze e il piano di interventi presenta scadenze precise da assecondare. Opere valutate insieme ai commercianti ed ai pendolari della zona che chiedono un attraversamento pedonale dove non si rischi di finire investiti dalle auto che transitano sul viale Ruggero di Lauria, soprattutto la sera quando è visibilità è scarsa, e dove sia possibile passeggiare nella zona sud della piazza senza incappare nei rifiuti o nell’ennesimo murales”.
Consigliere II Municipio Catania Andrea Cardello

Commenti