Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Catania
Polizia di Stato nelle scuole per San Valentino, visita all’Istituto “Quirino Maiorana”

Nel quadro dell’iniziativa promossa dal Ministero dell’Interno della campagna divulgativa “Questo non è amore”, contro la violenza di genere

Tempo di lettura: < 1 minuto

CATANIA – Nel quadro dell’iniziativa promossa dal Ministero dell’Interno della campagna divulgativa “Questo non è amore” che in diverse occasioni ha portato ad importanti risultati, ieri, in per la festa degli innamorati, la Polizia di Stato etnea ha fatto un intervento formativo vertente sui temi della violenza di genere, presso l’Istituto “Quirino Maiorana” con sede in via Cesare Beccaria, fortemente voluta dal Dirigente Scolastico proprio quale momento di educazione alla legalità.
Si sono susseguiti due incontri con gli alunni della scuola media, i quali si approcciano a un primo passo verso la consapevolezza di un volere bene, senza rinunciare ai propri diritti per mantenere in vita una relazione.
Durante l’incontro si sono alternati, a relazionare su questo tema delicato, lo staff della Questura di Catania costituito presso la Divisione di Polizia Anticrimine – Ufficio Minori e Vittime Vulnerabili nonché un medico specializzato del Coordinamento Sanitario Sicilia e Calabria della Polizia di Stato.
L’incontro si ripeterà nel medesimo istituto il prossimo 6 marzo con la presenza del Camper della Polizia di Stato che accoglierà chiunque voglia avvicinarsi, anche in forma anonima, per denunciare o solo per raccontare la propria storia.
In ultimo, ricordiamo ancora una volta i contatti a cui rivolgersi, anche per semplici segnalazioni: allo 0957367661 risponde l’Ufficio Minori e Vittime Vulnerabili della Divisione di Polizia Anticrimine dalle 8 alle 14, nei giorni feriali; e, in casi urgenti, non dimenticate il 112, Numero Unico Europeo.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci