Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Pubblicità

Concluso il progetto “Educazione alla Legalità Economica” della GdF

Conclusione del ciclo di incontri con le scuole etnee nell’ambito del progetto indetto dalla Guardia di Finanza di Catania

12

CATANIA – Anche quest’anno i Reparti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno dato attuazione al protocollo d’intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca organizzando, in ambito provinciale, numerosi incontri con gli studenti della scuola primaria e secondaria, finalizzati a illustrare la mission istituzionale della Guardia di Finanza e, nel contempo, a far maturare nel giovanissimo auditorio la consapevolezza del valore della legalità economica.
Durante gli incontri, che hanno visto il coinvolgimento di 15 istituti scolastici (di cui 11 in scuole primarie e secondarie di 1° grado e 4 presso istituti d’istruzione secondaria di 2° grado), dei vari comuni della provincia etnea (Catania, Acireale, Caltagirone, Riposto e Paternò) con la partecipazione di circa 1.730 studenti, è stata descritta l’attività svolta dalla Guardia di Finanza a contrasto dell’evasione fiscale, della criminalità organizzata, dello sperpero delle risorse pubbliche, della contraffazione e delle violazioni dei diritti d’autore, con la finalità di creare un momento di dibattito e di riflessione sul concetto generale di legalità e di “sicurezza economica e finanziaria” in particolare.
Durante gli incontri le Fiamme Gialle hanno proiettato alcuni filmati e presentazioni multimediali sugli argomenti trattati, modulati e mirati alle diverse fasce di età degli alunni, distribuendo, per i più piccoli, anche dei gadget istituzionali. In alcune scuole è stato previsto altresì l’intervento delle unità cinofile antidroga, che hanno dato dimostrazione delle loro capacità di individuare lo stupefacente nascosto anche su automezzi e nei bagagli, nonché dei cani del Soccorso Alpino in grado di ricercare le persone disperse.
L’iniziativa è stata apprezzata e condivisa dai docenti e dalle scolaresche intervenute, che hanno partecipato attivamente anche alla discussione in aula, mostrandosi interessate a conoscere il “mondo” giallo-verde.
Al progetto “Educazione alla Legalità Economica” è abbinato un concorso che ha lo scopo di valorizzare, tramite il coinvolgimento delle scuole e dei docenti, la creatività dei giovani studenti, nel settore grafico, audio-video e fotografico, esprimendosi artisticamente sui temi trattati. Gli elaborati migliori saranno premiati a livello nazionale per ogni grado di scolarizzazione, sia per i lavori individuali che per quelli di gruppo.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci