25.2 C
Catania
domenica, Agosto 14, 2022
spot_imgspot_img
HomeCronacaGdF Siracusa: 248° anniversario della fondazione del Corpo, bilancio operativo

GdF Siracusa: 248° anniversario della fondazione del Corpo, bilancio operativo

Il 29 giugno, a Siracusa, la Festa delle Fiamme Gialle si tiene alla presenza del Comandante Provinciale, Col. t.ST Lucio Vaccaro, del Prefetto, S.E. Giusi Scaduto, del Procuratore Capo della Repubblica di Siracusa, dott.ssa Sabrina Gambino, e di tutte le Autorità

Il 22 giugno, a Roma, è stato celebrato il 248° anniversario della fondazione della Guardia di Finanza. Il 23 giugno sono seguiti eventi a livello regionale.
Il 29 giugno, a Siracusa, la Festa delle Fiamme Gialle si tiene presso la caserma M.A.V.M. Ten. Alfredo Lombardi, alla presenza del Comandante Provinciale, Col. t.ST Lucio Vaccaro, del Prefetto, S.E. Giusi Scaduto, del Procuratore Capo della Repubblica di Siracusa, dott.ssa Sabrina Gambino, e di tutte le Autorità militari, civili e religiose della provincia aretusea.

Pubblicità

Prendono parte all’incontro i Comandanti dei Reparti dipendenti oltre a una rappresentanza di finanzieri in servizio alla sede di Siracusa e della locale Sezione A.N.F.I.. Dopo la deposizione di una corona alla memoria dei caduti, si dà lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e dell’Ordine del Giorno Speciale del Comandante Generale – Gen. C.A. Giuseppe Zafarana. Viene infine recitata la preghiera del Finanziere, seguita da parole di ringraziamento dell’Autorità di Governo, dell’Autorità Giudiziaria e del Comandante Provinciale.

 

a significativa ricorrenza, oltre a rivestire una particolare valenza per le vicende legate alla pandemia e alla situazione internazionale in essere, rappresenta, al tempo stesso, l’occasione per tracciare un bilancio delle attività svolte nel corso del 2021 e nei primi 5 mesi del 2022, nonché per riflettere sul ruolo sempre più importante che il Corpo riveste, a 360 gradi, per la tutela dei cittadini e, grazie alle proprie peculiarità, per la salvaguardia della legalità e a difesa della sicurezza economico-finanziaria della Provincia e della Nazione.

Piena e determinante è stata, anzitutto, la partecipazione dei Finanzieri all’azione sviluppata da tutte le Forze di polizia nel particolare momento storico che ha vissuto e sta vivendo la nostra società. Le Fiamme Gialle hanno infatti concorso all’azione di controllo del territorio dalla necessità di contenere la diffusione del Covid – 19.

Le attività, promosse a livello interforze fino al 30 aprile scorso, sotto l’egida della Prefettura, sono state intense e hanno rivelato tutta la loro efficacia preventiva, riscontrata dai contenuti numeri della pandemia che si sono sviluppati in Provincia.

 

                                                                             

 

L’indirizzo di politica economica, finanziaria e fiscale indicato nel documento programmatico, per il 2021, ha previsto una serie di iniziative volte a rafforzare ulteriormente la prevenzione e repressione dei fenomeni di illegalità economico – finanziaria più gravi, pericolosi e diffusi sul territorio nazionale, con particolare riferimento a quelli di tipo organizzato, alle truffe e agli illeciti in materia di spesa pubblica nazionale e comunitaria, all’infiltrazione della criminalità nell’economia legale, al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo, alla contraffazione e al gioco illegale.

La Guardia di Finanza, per il perseguimento delle finalità, ha elaborato dei piani operativi sinergici, quale strumento di attuazione e controllo, suddivisi in:

  • tre obiettivi strategici, diretti alla:
  1. tutela delle “entrate” dello Stato, attraverso la lotta all’evasione, all’elusione e alle frodi fiscali;
  2. tutela delle “uscite” di risorse pubbliche, attraverso il contrasto agli illeciti in materia di spesa pubblica e all’illegalità nella Pubblica Amministrazione;
  3. tutela del mercato e dei capitali, attraverso il contrasto alla criminalità economico-finanziaria;
  • un obiettivo strutturale, per il concorso alla sicurezza interna ed esterna del Paese.

 

In attuazione di quanto evidenziato, il Comando Provinciale, nel decorso anno ha impiegato le proprie risorse per il perseguimento dei seguenti obiettivi:

 

È attuato attraverso piani operativi previsti a contrasto delle varie forme di evasione, elusione e frode fiscale e ha evidenziato i seguenti risultati con l’esecuzione di:

  • 46 interventi (verifiche e controlli) condotti nei confronti di professionisti e imprese rilevando:
  1. nel campo dell’imposizione diretta, complessivamente, base imponibile non dichiarata per oltre 19 milioni di euro con l’individuazione di 4 soggetti sconosciuti al fisco tra evasori totali e paratotali nonché di quantificare ritenute operate e non versate (denaro trattenuto sulla retribuzione del lavoratore e non versato allo Stato) per oltre 1,8 milioni di euro;
  2. nel campo dell’imposizione indiretta, sono state rilevate violazioni per oltre 1 milione di euro di I.V.A. (relativa, dovuta e non versata);
  3. 20 lavoratori “in nero”, impiegati da 10 datori di lavoro;
  4. 51 imprenditori si sono resi responsabili di frodi e reati fiscali e denunciati all’Autorità Giudiziaria;
  5. avanzate proposte di sequestro per reati fiscali per circa 600 mila euro e effettuati sequestri per oltre 1 milione di euro;
  • 1221 controlli su strada, di cui 860 su ogni tipo di veicolo commerciale utilizzato per il trasporto delle merci, 361 inerenti la circolazione di prodotti soggetti ad accise e 38 per rilevamenti sugli indici di capacità contributiva.

 

È attuato attraverso piani operativi previsti a contrasto delle varie forme di illegalità perpetrate nella spesa pubblica e ha evidenziato i seguenti risultati:

  • segnalata la responsabilità amministrativa per danni erariali di oltre 3,1 milioni di euro;
  • scoperte truffe nel settore delle prestazioni sociali agevolate (borse di studio – buoni libri – reddito di cittadinanza – ammissione a gratuito patrocinio) indebitamente richieste e ricevute per oltre 1,6 milioni di euro, con la denuncia di 153 soggetti di cui 144 percettori del reddito di cittadinanza, a cui si aggiungono altri 137 soggetti indebitamente percettori del contributo scoperti nell’anno 2022.

È attuato attraverso piani operativi previsti a contrasto della criminalità economico-finanziaria, ha evidenziato i seguenti risultati:

  • in materia di reati fallimentari sono stati denunciati 7 soggetti, sequestrati circa 500 mila euro, accertate distrazioni per circa 1,3 milioni di euro;
  • nel campo dell’applicazione delle misure di prevenzione patrimoniale, eseguiti:
  • 11 accertamenti patrimoniali, avanzate proposte di sequestro per il valore di oltre 22 milioni di euro e confiscati beni per circa 1 milione di euro;
  • sequestri per oltre 106 milioni di euro;
  • a tutela del mercato dei beni e servizi attraverso l’esecuzione di 51 interventi nei confronti di soggetti economici potenzialmente più a rischio tra cui ambulanti di varie etnie e operatori cinesi da cui è scaturito il sequestro di ingenti quantitativi di prodotti immessi in commercio in violazione delle norme che tutelano il commercio, il made in italy, la “sicurezza” e il “diritto d’autore”.

È attuato a contrasto degli altri traffici illeciti, fra cui quelli in materia di sostanze stupefacenti e armi e all’immigrazione clandestina, il concorso al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica e alla tutela dell’ambiente:

  • stupefacenti: 83 interventi effettuati, 8 persone arrestate e 27 denunciate a piede libero per detenzione e spaccio; 63 assuntori segnalati al Prefetto; sequestrate oltre 3,2 Kg di sostanze stupefacenti tra hashish, marijuana, cocaina e altre tipologie;
  • il servizio di pubblica utilità “117” continua a prestare alla cittadinanza un contatto e una comunicazione immediata, idoneo a fornire un valido ausilio per il controllo e la tutela del territorio e del cittadino Nel decorso anno, solo per lo specifico comparto, sono state disposte 1.444 pattuglie per complessivi 2.892 militari impiegati.

Si segnalano, qui di seguito, le operazioni di servizio più significative eseguite nel corso del 2021:

 

ANNO 2021

Di seguito le operazioni di servizio più significative eseguite nel corso del 2021.

 

FEBBRAIO

 

LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA OLTRE 450 MILA PRODOTTI CONTRAFFATTI O NON SICURI.

Prosegue l’azione di contrasto all’immissione in commercio di prodotti contraffatti o non sicuri sviluppata dai finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa.

Nel corso di controlli ad esercizi commerciali nella zona sud della provincia, i militari della Tenenza di Noto hanno sequestrato 452.804 articoli, tra prodotti con marchi contraffatti e privi di marchiatura CE. Il responsabile dell’esercizio commerciale è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria.

Le Fiamme Gialle netine, nel corso di un’attività programmata “anticontraffazione”, hanno individuato e sequestrato partite di prodotti contraffatti costituiti da Dispositivi di Protezione Individuali riportanti i marchi di note griffe, tra le quali “Nike”, “Adidas”, “Gucci”, “Chanel, “Dior”, “Vans”, Louis Vuitton” e “Versace”, nonché un ingente quantitativo di materiale di cancelleria e pile privi della marcatura CE.

MARZO

 

OPERAZIONE “GOOD COMPANY”

TECH. SERVIZI S.R.L. IN AMMINISTRAZIONE GIUDIZIARIA

 

Su richiesta della Procura distrettuale, il Tribunale di Catania – Sezione Misure di Prevenzione ha disposto e la Guardia di Finanza di Siracusa ha eseguito una misura di prevenzione patrimoniale antimafia, sottoponendo ad amministrazione giudiziaria la Tech. Servizi S.r.l., importante soggetto economico della provincia di Siracusa operante nel delicato settore dello smaltimento dei rifiuti.

Il provvedimento giudiziario giunge al culmine di articolati approfondimenti investigativi svolti dal Nucleo di polizia economico – finanziaria di Siracusa, originati da puntuali input informativi dello S.C.I.C.O. della Guardia di Finanza (Servizio Centrale di Investigazione sulla Criminalità Organizzata) e altresì integrati con evidenze acquisite nell’ambito delle attività del Gruppo Interforze Antimafia, operante presso la Prefettura di Siracusa, che hanno consentito di raccogliere elementi idonei a delineare l’agire della società in regime di contiguità con diversi ambiti della criminalità organizzata e, pertanto, tali da far ritenere l’impresa esposta al rischio di infiltrazioni e condizionamento di stampo mafioso.

 

DENUNCIATO MENTRE SPACCIA MARIJUANA

SEQUESTRATE 47 DOSI DI SOSTANZA STUPEFACENTE

 

Continua, senza sosta, l’impegno da parte degli uomini del Comando Provinciale di Siracusa per contrastare la diffusione del fenomeno dello spaccio e dell’uso di sostanze stupefacenti.

Dall’attività di controllo del territorio e dal pressante monitoraggio nel settore da parte degli uomini delle “Fiamme Gialle” di Lentini è scaturita la denuncia di M.A., intento a vendere marijuana nel territorio dello stesso comune.

Nel corso di un ordinario servizio di pattugliamento, i finanzieri notavano, nei pressi di via Camarina, il soggetto che, alla vista dei militari, tentava di allontanarsi a piedi.  La persona, dopo essere stata raggiunta, veniva trovata in possesso di 47 dosi di marijuana e denunciata a piede libero per violazione dell’art. 73 del D.P.R. 309/90.

 

APRILE

 

SEQUESTRATI 700 LITRI DI GASOLIO AGRICOLO 

DENUNCIATA UNA PERSONA

 

Rimane alta la soglia di attenzione della Guardia di Finanza per le frodi perpetrate nel settore delle accise, anche con particolare riferimento ai prodotti energetici agevolati.

I finanzieri della Tenenza di Lentini, nel corso di servizi predisposti dal Comando Provinciale di Siracusa mirati al contrasto degli illeciti perpetrati nello specifico comparto, hanno individuato sulla SS 194 del Comune di Lentini un furgone Fiat Fiorino il cui conducente, R.A., di anni 45, alla vista del posto di controllo, rallentava in maniera repentina attirando su di sé l’attenzione dei militari.

Nel corso dell’ispezione del mezzo, veniva rinvenuta una cisterna contenente circa 700 litri di gasolio denaturato, destinato all’agricoltura. L’autista del veicolo non ha fornito alcun tipo di documentazione relativa alla provenienza del prodotto, né tantomeno il cosiddetto “LIBRETTO U.M.A.”, in possesso degli operatori agricoli che usufruiscono delle agevolazioni fiscali sul gasolio destinato all’attività produttiva.

Il veicolo utilizzato per il trasporto e il gasolio agricolo che, si ricorda, sconta un’aliquota accisa ridotta e quindi un costo inferiore, sono stati sottoposti a sequestro penale mentre il soggetto intento alla guida è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica per contrabbando di prodotti petroliferi.

 

MAGGIO

 

OPERAZIONE “FAST SHIPPING”

STRONCATO TRAFFICO DI STUPEFACENTI TRA L’ITALIA E GLI STATI UNITI

ESEGUITE 9 ORDINANZE DI CUSTODIA CAUTELARE

 

Nell’ambito di articolate attività d’indagine coordinate dalla Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, gli agenti della Questura di Siracusa e Catania e i Finanzieri dei Comandi Provinciali della Guardia di finanza di Siracusa e di Catania hanno dato esecuzione a un’ordinanza, emessa dal Giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Catania, con cui sono state disposte misure restrittive nei confronti di 9 persone, sottoposte a indagine, a vario titolo, per associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti tra l’Italia e gli Stati Uniti d’America, prescrizione abusiva di farmaci, truffa aggravata ai danni del Servizio Sanitario Nazionale, ricettazione e falsità commessa dal pubblico ufficiale in certificazioni.

Contestualmente, gli agenti e i militari operanti hanno:

  • eseguito un provvedimento interdittivo dall’esercizio della professione e dal servizio pubblico, per la durata di 12 mesi, nei confronti di un medico;
  • disposto, a carico del citato professionista, il sequestro preventivo, nella forma per equivalente, di oltre 115 mila euro;
  • notificati gli avvisi di conclusione delle indagini preliminari nei confronti dei 29 soggetti indagati, tra i quali 5 medici.

 

BASCHI VERDI IN AZIONE PER IL CONTRASTO ALLO SPACCIO DI SOSTANZE STUPEFACENTI.

DENUNCIATO 1 PUSHER

 

Continua incessante l’attività dei finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa volta alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti nei principali luoghi di aggregazione giovanile del comune aretuseo.

Le operazioni sono state eseguite dalle Fiamme Gialle della locale Compagnia nel corso dei normali servizi di controllo economico del territorio disposti dal Comandante Provinciale di Siracusa.

Nel corso dell’attività un cittadino siracusano, di anni 21, è stato sorpreso nella zona nota come “case parcheggio” con 37 dosi di marijuana: il giovane era in compagnia di un altro ragazzo, P.U.L., di anni 25, già noto per essere un assuntore di sostanza stupefacente.

I Baschi Verdi hanno rinvenuto e sequestrato 37 dosi di marijuana, abilmente occultate tra i rovi, per un peso complessivo di circa 19 grammi nonché oltre 600 euro in contanti anch’essi sottoposti a sequestro poiché ritenuti provento dell’attività illecita.

 

SEQUESTRATE 70 TONNELLATE DI PELLET CON MARCHIO CONTRAFFATTO E ALTRI PRODOTTI ENERGETICI

 

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siracusa hanno sequestrato, in due comuni della provincia aretusea, circa 70 tonnellate di pellet riportante marchi contraffatti nonché circa 500 bombole di G.P.L. risultate prive dei requisiti di sicurezza.

L’attività – relativa al sequestro di pellet – nasce da un monitoraggio effettuato dal Nucleo Speciale Beni e Servizi della Guardia di Finanza di Roma sulle diverse piattaforme di vendita on line di biocombustibile riportante marchi di certificazioneENplus” e “SGS Italia”.

L’attenzione degli investigatori, tra i target evidenziati, ha interessato anche un’impresa floridiana operante nel settore della produzione e distribuzione del biocombustibile: i finanzieri della locale Compagnia, con il supporto degli specialisti del predetto Nucleo, hanno sequestrato circa 70 tonnellate di pellet riportante indebitamente i marchi di certificazione “ENpluseSGS Italia”.

Oltre all’ingente quantitativo di pellet, in parte già confezionato in sacchi da 15 Kg, i militari hanno sequestrato l’intera linea di produzione al fine di tutelare i consumatori che sarebbero stati indotti in errore sull’acquisto di prodotti di comprovata qualità, ostentata al pubblico attraverso l’indebita apposizione dei marchi di certificazione.

 

ALLACCI ELETTRICI ABUSIVI PRESSO GLI APPARTAMENTI

DELLE CASE POPOLARI

DENUNCIATE 7 PERSONE

 

Continuano le attività dei finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa che, coadiuvati da personale del locale Ufficio Verifiche della società E-Distribuzione, hanno individuato presso le case popolari di Via Sant’Alessandra n. 7 appartamenti con allacci alla rete elettrica completamente abusivi, utilizzati per usufruire illecitamente del servizio di fornitura.

Per tale motivo gli inquilini sono stati denunciati per il reato di furto di energia elettrica (art. 624 c.p.).

I tecnici della società, inoltre, hanno proceduto al distacco della fornitura del servizio agli immobili che ne usufruivano illecitamente ed alla rimozione degli allacci irregolari che sono stati sottoposti a sequestro penale, ex art.354 c.p.p., dai militari della Guardia di Finanza netina.

Nel corso dell’attività, inoltre, è emerso che n. 13 dei 18 appartamenti componenti le due palazzine sono attualmente occupati da soggetti non in possesso di valido titolo rilasciato da parte dell’IACP di Siracusa, ente gestore delle case popolari.

 

OTTOBRE

 

SEQUESTRATI BENI PER CIRCA UN MILIONE DI EURO AL RAPPRESENTANTE LEGALE DI UNA SOCIETÀ INDAGATO PER REATI TRIBUTARI.

Il Gruppo della Guardia di Finanza di Siracusa ha eseguito un sequestro preventivo di beni immobili, mobili e disponibilità finanziarie nei confronti del rappresentante legale di una società operante nel settore del trasporto di merci, indagato per reati tributari.

L’attività trae origine da una verifica fiscale a conclusione della quale, mediante approfondite analisi della documentazione contabile, le Fiamme Gialle aretusee sono riuscite a ricostruire il reale volume d’affari conseguito negli anni d’imposta ispezionati, constatando ricavi non dichiarati per oltre 3 milioni di euro.

 

BASCHI VERDI IN AZIONE. ARRESTATO UN PUSHER E SEGNALATO L’ACQUIRENTE PER USO DI SOSTANZE STUPEFACENTI.

 

I finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno concluso un’indagine in materia di sostanze stupefacenti, sequestrando oltre 50 dosi di marijuana, cocaina e crack in un noto quartiere del comune aretuseo.

Le operazioni di servizio, eseguite dai Baschi verdi del Gruppo di Siracusa, diretti dal Cap. Giovanni Statello, rientrano nel più ampio dispositivo di controllo economico del territorio ordinato dal Comandante Provinciale di Siracusa, Colonnello Lucio Vaccaro.

L’attenzione dei militari si è incentrata, anche sulla base di segnalazioni pervenute dai cittadini, sul quartiere denominato “case parcheggio”. Nel corso delle attività un cittadino siracusano, A.O. di anni 31, è stato sorpreso mentre cedeva due dosi di marijuana e una di cocaina a un altro giovane siracusano.

I Baschi verdi, dopo aver intercettato prontamente la cessione della droga, hanno effettuato una ricognizione dei luoghi oltre alle attività di perquisizione, rinvenendo e sequestrando altre 33 dosi di marijuana, 7 di cocaina, 10 di crack nonché denaro contante, anch’esso sottoposto a sequestro poiché ritenuto provento dell’attività illecita.

Al termine delle attività di polizia, il pusher siracusano è stato tratto in arresto e posto a disposizione della locale Autorità Giudiziaria mentre l’acquirente è stato segnalato amministrativamente alla Prefettura di Siracusa.

 

NOVEMBRE

 

TRUFFA AI DANNI DELLO STATO

 INDAGATA DOCENTE

 

La Tenenza della Guardia di Finanza di Lentini ha concluso articolate e complesse indagini delegate dalla Procura della Repubblica di Siracusa nei confronti di una insegnante, S.M., che negli anni ha indebitamente fruito delle agevolazioni riservate alle persone diversamente abili.

Gli accertamenti condotti, anche attraverso plurime acquisizioni documentali e controlli incrociati, hanno permesso di appurare come la docente, alterando e falsificando documentazione sanitaria, abbia fruito dei giorni di permesso mensili, regolarmente retribuiti, in qualità di persona con handicap in situazione di gravità mai certificata dalla competente Commissione Medica.

 

 

 

 

SEQUESTRATO UN IMMOBILE ABUSIVO E SEGNALATO UN INDEBITO PERCETTORE DI REDDITO DI CITTADINANZA

 

I finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno concluso un’attività in materia di abusivismo edilizio e spesa pubblica, sequestrando un immobile in costruzione realizzato in assenza delle previste autorizzazioni amministrative da un operaio che ha indebitamente percepito il “Reddito di cittadinanza”.

 

DICEMBRE

 

SEQUESTRATI BENI PER OLTRE 40.000 EURO A UN IMPRENDITORE A TUTELA DEGLI INTERESSI FINANZIARI EUROPEI.

 

Nell’ambito delle iniziative a tutela del bilancio dell’Unione Europea in materia di Politica Agricola Comune, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siracusa, con il coordinamento dell’EPPO (European Public Prosecutor’s Office) hanno avviato un monitoraggio sui contributi comunitari elargiti, con particolare riferimento a quei soggetti e ai loro parenti destinatari di misura interdittiva antimafia.

In tale ambito, veniva individuata la posizione di un imprenditore A.C., esercente l’attività di allevamento di bovini e produzione di latte, sita in un comune della provincia aretusea, il cui cugino, titolare di una ditta individuale, era stato sottoposto a una misura interdittiva antimafia dalla Prefettura di Siracusa in quanto l’azienda risultava soggetta al pericolo di infiltrazioni mafiose.

Nel corso degli accertamenti emergeva che l’imprenditore, pur condannato nel 1995, con sentenza irrevocabile, per il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche (art. 640 bis c.p.), aveva presentato, percependone le relative somme, all’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (AG.E.A.) dal 2005 al 2020, le istanze di pagamento di contributi agricoli comunitari dichiarando, falsamente, che non sussistevano nei propri confronti cause ostative al riguardo.

In relazione a quanto sopra, veniva notiziata la Procura Europea (EPPO) – Organo giudiziario dell’Unione europea, operativo dallo scorso 1° giugno e istituito con il compito di indagare e perseguire i reati che ledono gli interessi finanziari dell’Unione – la quale, all’esito degli accertamenti, dopo aver iscritto l’imprenditore nel registro degli indagati per il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, richiedeva al Tribunale di Siracusa il sequestro preventivo, in via diretta o per equivalente, delle somme corrisposte pari a oltre 41.000 euro.

La brillante operazione delle Fiamme Gialle di Siracusa, che hanno operato in stretta sinergia con la neoistituita Procura Europea, ha consentito l’emissione, su richiesta dei Procuratori Europei Delegati per la Sicilia e la Calabria, del primo provvedimento giudiziario della specie in Sicilia, riguardante un settore di rilevanza strategica per il rilancio dell’economia, qual è quello dei finanziamenti europei.

 

 

PERQUISIZIONI E SEQUESTRI DA PARTE DELLA GUARDIA DI FINANZA. DISTRATTI BENI DI UNA SOCIETA’ CHE GESTIVA 4 SUPERMERCATI.

 

La Guardia di Finanza di Siracusa, su disposizione della locale Procura della Repubblica, ha eseguito un provvedimento urgente di perquisizione e sequestro nei confronti di 11 soggetti per impedire la distrazione di beni da parte di una società operante nel settore della grande distribuzione alimentare.

Le operazioni, eseguite dai militari del Gruppo di Siracusa, diretti dal Cap. Giovanni Statello, rientrano nel più ampio dispositivo di controllo economico – finanziario del territorio ordinato dal Comandante Provinciale di Siracusa, Colonnello Lucio Vaccaro.

Nel corso delle attività, i Finanzieri hanno portato alla luce fatti di bancarotta fraudolenta ad opera di una società riconducibile a un noto gruppo imprenditoriale a carattere familiare.

Le investigazioni sono partite dal fallimento della società che gestiva i quattro supermercati nel capoluogo aretuseo: dalla preliminare attività emergevano criticità e alert sulle condotte distrattive dei soci e dei loro familiari, i quali avevano asportato un ingente quantitativo di merce e denaro contante.

L’intervento immediato delle Fiamme Gialle aretusee, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Siracusa, ha consentito di sequestrare – presso le abitazioni private dei soci e dei loro familiari – oltre 130 mila euro in contanti nonché veri e propri depositi di merce distratta dai supermercati.

 

LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA BENI PER OLTRE MEZZO MILIONE DI EURO A DUE IMPRENDITORI SOTTRATTISI AL PAGAMENTO DELLE IMPOSTE.

 

I finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno eseguito un sequestro preventivo di beni immobili, mobili e disponibilità finanziarie nei confronti di due rappresentanti legali di una società operante nel settore della formazione professionale, indagati per reati tributari.

Le operazioni di servizio, eseguite dai militari del Gruppo di Siracusa, diretti dal Cap. Giovanni Statello, rientrano nel più ampio dispositivo di controllo economico – finanziario ordinato dal Comandante Provinciale di Siracusa, Colonnello Lucio Vaccaro.

Nel corso delle attività, le Fiamme Gialle aretusee hanno accertato che L.L. e P.E., entrambi di anni 67, si sono sottratti nel tempo al pagamento delle imposte rendendosi responsabili del reato di “omesso versamento di ritenute dovute o certificate”. Gli imprenditori, nella loro qualità di sostituti d’imposta, avrebbero dovuto versare allo Stato le somme di denaro trattenute dai compensi, salaripensioni o altri redditi erogati ai loro dipendenti.

 

 

 

LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA CAPI CONTRAFFATTI E CD/DVD PRIVI DEL MARCHIO SIAE.

 

Continua senza sosta l’attività della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Siracusa volta alla prevenzione e repressione dei traffici illeciti in materia di contraffazione marchi e lotta alla pirateria audiovisiva nei principali mercati rionali.

Le operazioni di servizio, eseguite dai militari della Tenenza di Noto, diretti dal Cap. Mariagrazia Ponziano, rientrano nel più ampio dispositivo di controllo economico del territorio ordinato dal Comandante Provinciale di Siracusa, Colonnello Lucio Vaccaro.

Le Fiamme Gialle hanno sorpreso presso il mercatino di Avola due soggetti che, con bancarelle di fortuna, vendevano scarpe contraffatte e cd/dvd “pirata”.

Nel corso delle attività i militari hanno individuato e sequestrato 94 paia di scarpe di note griffe, tra le quali “Adidas”, “Puma”, “Nike”, “Gucci”, “Louis Vuitton” e 97 cd/dvd illecitamente duplicati in violazione dei diritti d’autore con le relative copertine contraffatte, in quanto riproducenti in fotocopia il prodotto originale.

 

LA GUARDIA DI FINANZA SORPRENDE DUE PERCETTORI DEL REDDITO DI CITTADINANZA E UN CLANDESTINO MENTRE LAVORANO “IN NERO” IN LOCALI DEL CENTRO STORICO

 

I finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno individuato, nell’ambito dei controlli in materia di contrasto al lavoro irregolare, tre soggetti impiegati totalmente “in nero” in due esercizi commerciali nel cuore del centro storico di Noto.

Le operazioni di servizio, eseguite dai militari della locale Tenenza, rientrano nel più ampio dispositivo di controllo economico del territorio predisposto dal Comando Provinciale di Siracusa.

Durante l’accesso nel primo locale, le Fiamme Gialle hanno sorpreso un cittadino extracomunitario, gravato da un decreto di espulsione dal territorio dello Stato italiano, mentre svolgeva l’attività lavorativa in assenza di qualsiasi rapporto d’impiego.

Il datore di lavoro, oltre a essere stato segnalato alla Procura della Repubblica di Siracusa per aver impiegato un lavoratore senza permesso di soggiorno, è stato sanzionato amministrativamente con l’irrogazione della maxi-sanzione aggravata che va da un minimo di euro 2.160,00 ad un massimo di euro 12.960,00.

Nel corso del secondo controllo, invece, entrambi i dipendenti presenti all’interno dell’attività commerciale sono risultati in nero e percettori di reddito di cittadinanza.

Per tale motivo è stata irrogata al datore di lavoro una maxi sanzione aggravata per ciascuno dei lavoratori ed è stata richiesta all’Ispettorato Territoriale del Lavoro la sospensione dell’attività imprenditoriale in quanto l’impiego di personale non risultante dalla documentazione obbligatoria era superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro oggetto di accertamento.

 

GENNAIO

 

SEQUESTO DI BENI PER OLTRE 200.000 EURO AD UNA SOCIETÀ SIRACUSANA PER CREDITI DI IMPOSTA FITTIZI

 

Nell’ambito di un’analisi di rischio finalizzata all’individuazione di soggetti economici che in provincia di Siracusa hanno utilizzato, indebitamente, in compensazione, crediti di imposta per attività di ricerca e sviluppo, il Nucleo Speciale Entrate, Reparto speciale della Guardia di Finanza con sede a Roma, segnalava a questo Comando un contribuente che, sulla base di alcuni indicatori, presentava un elevato pericolo di violazione nello specifico settore.

In tale ambito venivano avviati da parte dei finanzieri dei preliminari accertamenti a fronte dei quali appariva subito alquanto inverosimile che una società operante nel settore della raccolta dei rifiuti potesse sostenere investimenti nella ricerca industriale, nell’innovazione ovvero di sviluppo sperimentale in campo scientifico e tecnologico, presupposti per i quali l’Amministrazione finanziaria riconosce il credito di imposta; inoltre dall’analisi dei bilanci di esercizio non veniva rilevato alcun riferimento ad investimenti nei settori in argomento. Infatti nel corso del controllo, volto a verificare la sussistenza delle condizioni di accesso al beneficio fiscale denominato “bonus ricerca e sviluppo”, emergeva che, relativamente all’anno 2017, in assenza degli elementi costitutivi, la società, pur non ricorrendone i presupposti, aveva compensato, indebitamente, nel 2019 un credito inesistente del valore di 211.000 euro.

 

APRILE

 

SEQUESTRATO UN IMMOBILE ABUSIVO E SEGNALATO UN INDEBITO PERCETTORE DI REDDITO DI CITTADINANZA

 

I finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno concluso un’attività in materia di abusivismo edilizio e spesa pubblica, sequestrando un immobile in costruzione realizzato in assenza delle previste autorizzazioni amministrative da un operaio che ha indebitamente percepito il “Reddito di cittadinanza”.

Le operazioni di servizio, eseguite dai militari della Tenenza di Noto, diretti dal Cap. Mariagrazia Ponziano, rientrano nel più ampio dispositivo di controllo economico del territorio ordinato dal Comandante Provinciale di Siracusa, Colonnello Lucio Vaccaro.

Le Fiamme Gialle netine, notata la presenza dell’operaio intento a lavorare in una proprietà privata corrente nel comune di Rosolini, hanno controllato il cantiere edile al fine di verificare la regolarità delle autorizzazioni necessarie per la costruzione dell’immobile.

MAGGIO

 

ILLECITI FINANZIAMENTI PER L’EMERGENZA COVID

 DENUNCIATI 14 IMPRENDITORI

 

Nell’ambito delle iniziative volte alla tutela delle risorse pubbliche, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Siracusa ha avviato un monitoraggio delle imprese e professionisti che hanno beneficiato di contributi per fronteggiare la crisi economica derivante dall’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Le indagini hanno consentito di individuare e segnalare negli ultimi sei mesi alla locale Autorità Giudiziaria 14 soggetti economici che hanno ricevuto, senza averne diritto ovvero utilizzandoli per finalità non consentite, circa 650.000 euro di aiuti statali, sotto forma di prestiti garanti o contributi a fondo perduto.

 

LA GUARDIA DI FINANZA SEQUESTRA OLTRE 10 MILA ARTICOLI CONTRAFFATTI O NON SICURI

DENUNCIATI 2 COMMERCIANTI

 

I finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno concluso un’attività in materia di contraffazione marchi e sicurezza prodotti, sequestrando oltre 10 mila articoli non conformi ai requisiti prescritti dalle normative vigenti.

Le operazioni di servizio, eseguite dai Baschi verdi del Gruppo di Siracusa, diretti dal Cap. Giovanni Statello, rientrano nel più ampio dispositivo di controllo economico del territorio ordinato dal Comandante Provinciale di Siracusa, Colonnello Lucio Vaccaro.

Le Fiamme Gialle hanno controllato due esercizi commerciali gestiti, nel comune di Siracusa, da soggetti di nazionalità cinese: nel corso dell’ispezione sono stati sequestrati amministrativamente oltre 4 mila prodotti privi del marchio “CE” nonché altro materiale sprovvisto delle caratteristiche informative minime per i consumatori previste dal Codice del Consumo.

Sono stati sequestrati, inoltre, oltre 6 mila giocattoli e articoli per le feste recanti marchi e loghi contraffatti di noti personaggi dei cartoni animati amati dai bambini. Alcuni di questi giocattoli erano pronti per essere immessi nel circuito commerciale in danno della salute dei consumatori, soprattutto dei più piccoli, in quanto riportanti una marcatura CE contraffatta.

 

FINANZIERI E CANE ANTIDROGA IN AZIONE.

ARRESTATO UN PUSHER CON MEZZO CHILO DI COCAINA

 

I finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno effettuato un brillante servizio in materia di sostanze stupefacenti, sequestrando mezzo chilo di cocaina a un corriere intercettato lungo la c.da Targia del comune aretuseo.

Le operazioni di servizio, eseguite dalle Fiamme Gialle del Gruppo di Siracusa, diretti dal Cap. Giovanni Statello, rientrano nel più ampio dispositivo di controllo economico del territorio ordinato dal Comandante Provinciale di Siracusa, Colonnello Lucio Vaccaro.

Nel corso di un ordinario posto di controllo, un cittadino catanese, S.C. di anni 28, non si è fermato all’alt intimato dai militari: il corriere, prontamente inseguito e intercettato dai Finanzieri, aveva provato a disfarsi di parte della sostanza stupefacente lanciandola dal finestrino dell’autovettura.

I militari con il supporto di Aquila, cane antidroga dal fiuto infallibile, hanno effettuato una perquisizione del mezzo e una ricognizione dei luoghi rinvenendo e sequestrando un ingente quantitativo di cocaina purissima, in parte occultata abilmente nel vano portaoggetti dell’auto, l’altra, lanciata tra le sterpaglie nel corso dell’inseguimento.

La sostanza stupefacente sequestrata avrebbe fruttato, una volta messa in commercio, circa 50 mila euro.

Al termine delle attività di polizia, il pusher catanese – gravato da precedenti specifici – è stato tratto in arresto e condotto su disposizione della locale Autorità Giudiziaria presso la casa circondariale di Cavadonna.

 

la guardia di finanza confisca beni e disponibilita’ finanziarie per un totale di 450.000 €

a una famiglia della comunita’ nomade dei caminanti

 

I finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa, sotto la direzione del Colonnello Lucio Vaccaro, hanno dato esecuzione a un decreto emesso dal Tribunale di Catania, confiscando polizze, beni mobili e disponibilità finanziarie per un valore di circa 450 mila euro nei confronti di 2 soggetti socialmente pericolosi, appartenenti alla comunità nomade dei cd. caminanti di Noto”.

Le operazioni di servizio, eseguite dai militari della Tenenza di Noto, guidati dal Cap. Mariagrazia Ponziano, rientrano nell’ambito delle attività di contrasto alla criminalità economico-finanziaria, mirate all’aggressione dei patrimoni provenienti da attività delittuose.

Nel corso delle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Siracusa, è emersa un’importante sproporzione tra la situazione reddituale dei 2 soggetti e i beni e le disponibilità finanziarie a cui gli stessi avevano accesso direttamente o attraverso interposta persona.

 

CARTELLE PAZZE” SUI TRIBUTI LOCALI CON DANNO ERARIALE

PER OLTRE 6,5 MILIONI DI EURO

SEGNALATI 16 SOGGETTI.

 

I finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno concluso una complessa indagine nel settore della tutela delle entrate, riscontrando un danno erariale di oltre 6,5 milioni di euro perpetrato nelle fasi di accertamento e riscossione dei tributi locali di un Ente comunale della provincia aretusea.

Le operazioni di servizio, eseguite dai militari della Tenenza di Pachino, diretti dal Luogotenente CS Carmelo Lombardo, rientrano nel più ampio dispositivo di controllo economico – finanziario del territorio ordinato dal Comandante Provinciale di Siracusa, Colonnello Lucio Vaccaro.

Nel corso delle attività, le Fiamme Gialle hanno vagliato le procedure adottate dall’Ente per la gestione dei tributi locali (I.M.U. – TA.S.I. – TA.RI.): numerosi gli avvisi di accertamento decaduti per i termini di notifica che hanno generato un mancato introito nelle casse del Comune per diversi milioni di euro.

L’attività investigativa, supportata da numerosissimi riscontri esperiti nei confronti dei destinatari degli avvisi di accertamento e dall’incrocio dei dati presenti nelle banche dati in uso al Corpo con la documentazione amministrativa acquisita, ha anche consentito di rilevare l’esistenza per gli anni d’imposta 2014 – 2019 delle c.d. Cartelle Pazze”.

E’ emerso, infatti, che la società esterna affidataria del servizio di supporto all’ufficio tributi per le attività di recupero delle entrate comunali, ha prodotto numerosi atti di accertamento esecutivi per diversi milioni di euro, successivamente oggetto di annullamento e/o rettifica, riportanti debiti tributari inesistenti e/o eccedenti l’importo dovuto.

Emblematico il caso in cui un bambino di soli 3 anni è risultato destinatario di una pretesa erariale di circa 11 mila euro per gli anni d’imposta dal 2015 al 2019.

 

 

 

I militari del Comando Provinciale sono stati impegnati anche nei servizi di ordine e sicurezza pubblica predisposti in seguito all’emergenza epidemiologica COVID-19.

A partire dal mese di gennaio 2021, in concorso con le altre Forze di Polizia, sono stati impiegati oltre 4.500 finanzieri. L’attività, coordinata dalla Prefettura di Siracusa e volta a garantire il rispetto delle direttive emanate dall’Autorità di Governo per il contenimento della pandemia, si è estrinsecata nell’esecuzione di circa 11.162 controlli nei confronti di persone fisiche e esercizi commerciali. Complessivamente sono state elevate circa 170 sanzioni amministrative.

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

La vignetta di SR.it

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli