17.5 C
Catania
venerdì, Febbraio 23, 2024
spot_imgspot_img
HomeProvinceCataniaRicercata alloggiava in hotel alle pendici dell'Etna, arrestata dalla Squadra Mobile

Ricercata alloggiava in hotel alle pendici dell’Etna, arrestata dalla Squadra Mobile

La Polizia di Stato di Catania ha proceduto all’esecuzione di un Ordine per la carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Perugia

La Polizia di Stato di Catania ha proceduto all’esecuzione di un Ordine per la carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Perugia – Ufficio Esecuzioni Penali, a carico di una trentasettenne di origini cubane, dovendo la stessa espiare una pena di anni 4 di reclusione, oltre al pagamento della pena pecuniaria di € 800,00. La donna, difatti, è stata riconosciuta responsabile di una rapina aggravata in concorso con altri soggetti, commessa anni addietro nella città di Perugia.

Pubblicità

 

I fatti risalgono alla mattina di domenica 3 dicembre, quando la locale Sala Operativa ha ricevuto la segnalazione dal Sistema Alloggiatiche, all’interno di un albergo, ubicato alle pendici dell’Etna, stava temporaneamente soggiornando una donna di nazionalità cubana di 37 anni, risultata dagli immediati accertamenti esperiti, destinataria di un ordine di carcerazione per una rapina aggravata in concorso commessa nel territorio di Perugia.

Dopo le necessarie verifiche, gli investigatori della Squadra Mobile, tra i quali opportunamente era stata prevista la presenza di personale femminile, in poco tempo hanno raggiunto la predetta struttura alberghiera, apprendendo in quella circostanza che la persona si era momentaneamente allontanata.

 

Pertanto, è stato approntato un mirato, discreto servizio di osservazione in prossimità di tutti i punti di accesso all’edificio, in modo da sorprenderla nel momento del suo ritorno.

Effettivamente, dopo alcune ore, l’attenzione degli investigatori è stata attirata da una donna corrispondente alle descrizioni già acquisite nel corso dei precedenti accertamenti, la quale in quel momento stava facendo rientro in compagnia di un uomo.

 

Acquisita la piena corrispondenza con i dati anagrafici della donna da ricercare, quest’ultima è stata prima sottoposta ai rilievi fotodattiloscopici presso il Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica di Catania e successivamente, come disposto dal provvedimento restrittivo, associata presso la Casa Circondariale “Piazza Lanza” di Catania

 

 

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli