Nei giorni scorsi, presso la parrocchia San Pietro di Caltanissetta, ha avuto luogo la celebrazione della festività di San Matteo, Apostolo ed Evangelista, proclamato Patrono del Corpo della Guardia di Finanza nel 1934 da Papa Pio XII, la cui ricorrenza è il 21 settembre.
La funzione religiosa, che si è svolta nel rispetto del contenimento dell’epidemia da COVID-19, è stata celebrata dal Parroco Don Rino DELLO SPEDALE ALONGI e ha visto la partecipazione, oltre di una rappresentanza di militari del Comando Provinciale e dei Reparti dipendenti Fiamme Gialle nissene con al vertice il nuovo Comandante Provinciale Col. Stefano GESUELLI, anche i Presidenti ed alcuni soci delle Sezioni di Caltanissetta e Gela dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia.

Pubblicità

 

Nell’omelia, il celebrante ha voluto tratteggiare ed esaltare la figura dell’evangelista Matteo il quale, epurandosi della sua figura di pubblicano ed esattore delle tasse, non ha esitato alla chiamata di Gesù.

Al termine della celebrazione eucaristica è stata data lettura della sentita “Preghiera del Finanziere”, con la quale le Fiamme Gialle nissene hanno rinnovato il proprio atto di affidamento e protezione al Patrono San Matteo e di obbedienza alla Patria nell’assolvimento dei doveri.

A conclusione della funzione religiosa il Col. GESUELLI ha ringraziato Don Rino per la disponibilità della Parrocchia San Pietro nei confronti delle Fiamme Gialle nissene, rinnovandone la reciproca collaborazione. Non sono mancati attimi di commozione quando l’Ufficiale ha voluto ricordare ed onorare i militari del Corpo che si sono sacrificati nell’adempimento del dovere e di tutti coloro che sono stati vittime di questa tragica pandemia, tra i quali un suo caro amico del quale indossa con grande orgoglio i gradi, riservando per tutti loro un particolare ricordo nella preghiera.

COPYRIGHT SICILIAREPORT.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità