10.1 C
Catania
sabato, Marzo 2, 2024
spot_imgspot_img
HomeProvinceCataniaMisterbianco (Ct): approvato dopo diciassette anni il PRG

Misterbianco (Ct): approvato dopo diciassette anni il PRG

La Città di Misterbianco ha approvato il proprio Piano Regolatore Generale. Ieri il voto unanime del Consiglio comunale ha sancito l'approvazione dello strumento urbanistico e la fine di un'attesa durata più di diciassette anni

La Città di Misterbianco ha approvato il proprio Piano Regolatore Generale. Ieri il voto unanime del Consiglio comunale ha sancito l’approvazione dello strumento urbanistico e la fine di un’attesa durata più di diciassette anni. «È un momento storico – ha affermato il sindaco di Misterbianco Marco Corsaro – e per tutti noi è un orgoglio poter consegnare alla città questo fondamentale passaggio in termini di programmazione, indispensabile per la comunità matura e proiettata al futuro che stiamo costruendo. Come abbiamo ribadito in aula, questo non è il Prg del sindaco, dei partiti o di chissà chi. Oggi prende forma il Prg dei Misterbianchesi. Perché finalmente la nostra città ha avuto la forza e la capacità di fare una scelta chiara, guardando a crescita, ordine e sostenibilità. Dotiamo Misterbianco di una propria programmazione urbanistica con un obiettivo di fondo che viene prima di tutto: migliorare la qualità della vita delle persone e delle imprese, valorizzando l’unicità di Misterbianco e del suo territorio. Prevediamo più qualità negli insediamenti, più aree pubbliche per i servizi ai cittadini, più equilibrio e difesa dell’ambiente. L’impegno dell’Amministrazione è ora quello di garantirne la corretta implementazione».

Pubblicità

 

 

Il sindaco Corsaro ha ringraziato i gruppi consiliari, i tecnici, gli uffici e tutti i diversi attori che hanno lavorato alla redazione del nuovo Prg della città di Misterbianco: «Negli ultimi due anni – ha sottolineato il primo cittadino – abbiamo impresso una decisa accelerazione nel completare le procedure lasciate in sospeso e con l’indispensabile aggiornamento della pianificazione. Certo, come tutte le cose anche questo Prg è perfettibile. Come già fatto per la redazione dello Studio di dettaglio del centro storico, interverremo quando e dove servirà con misure adeguate», ha concluso il sindaco Corsaro.

 

 

Nota tecnica del consulente per la redazione del Prg, ing. Maurizio Erbicella
La visione alla base delle scelte pianificatorie fatte è quella di migliorare la qualità e sostenibilità della vita delle persone e delle imprese attraverso la valorizzazione dell’unicità del territorio di Misterbianco e della sua comunità. Il nuovo Prg sceglie di porre in essere delle strategie volte al riequilibrio del territorio comunale con attenzione alla qualità dell’insediamento, al corretto dimensionamento delle attrezzature e dei servizi indispensabili al soddisfacimento della vita associata della comunità, ma soprattutto ai principi di equità distributiva di vantaggi e oneri tra i cittadini derivanti dalle previsioni urbanistiche.

 

La perequazione assunta a base del progetto di Piano ha consentito, infatti, non solo di superare la discriminazione degli effetti della zonizzazione sui cittadini, ma ha offerto anche il vantaggio all’Amministrazione di poter costituire, senza ricorrere all’esproprio (quindi, senza oneri) un cospicuo patrimonio di aree pubbliche per servizi, come conseguenza diretta dell’attuazione delle regole perequative appunto.

 

 

Gli indirizzi del nuovo PRG, recepiti fin dallo schema di massima, sono derivati non solo dall’adeguamento alle effettive criticità ed opportunità territoriali riscontrate attraverso l’aggiornamento del quadro conoscitivo, ma anche dall’opportunità di raccogliere suggerimenti e prospettive sulla città futura, in una visione partecipata e condivisa. Si è colta, in altri termini, l’occasione per realizzare un Piano vicino alle esigenze reali della comunità misterbianchese e che tenesse in particolare conto il centro abitato, con il suo ragguardevole centro storico, ed il suo inserimento in un contesto metropolitano come quello catanese, ma senza dimenticare che l’azione pianologica traccia un indirizzo il quale, in una fase socio-evolutiva così caratterizzata dall’evoluzione tecnologica che induce trasformazioni repentine, potrà avere l’esigenza di opportune correzioni.

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli