15 C
Catania
giovedì, Febbraio 29, 2024
spot_imgspot_img
HomeLavoroEdilizia, Spaziani Testa (Confedilizia): "Condono? se su piccoli abusi può avere senso"

Edilizia, Spaziani Testa (Confedilizia): “Condono? se su piccoli abusi può avere senso”

Pubblicità

(Adnkronos) – “I due vicepresidenti del Consiglio mi sembra che abbiano detto sostanzialmente la stessa cosa. E cioè l’ipotesi di intervenire su piccoli abusi con una sanatoria. Certo, bisognerà vedere poi nei dettagli in cosa si concretizzerà, ma messa così è una cosa che può avere un senso. Questo perchè ci sono tante situazioni di irregolarità che nè vengono sanzionate nè vengono risolte in qualche modo e quindi sono pendenti. E quindi non fanno entrare risorse nella casse pubbliche e in qualche caso bloccano o rallentano le compravendite”. Così Giorgio Spaziani Testa, presidente di Confedilizia, ha commentato, con Adnkronos/Labitalia, l’ipotesi di condono edilizio su piccoli abusi lanciato dal vice premier Matteo Salvini e su cu è intervenuto anche l’altro vice premier Antonio Tajani.  

Spaziani Testa ha ricordato che “a volte gli acquirenti si trovano questi piccoli abusi quando entrano nell’appartamento e vedono che ci sono discrasie”.  

“E quindi se si tratta di elementi e situazioni di portata limitata -ha concluso Spaziani Testa- noi non ci vediamo nulla di male a risolverli, anzi possono essere utili a far, da un lato, entrare risorse all’Erario, dall’altro a chiudere delle situazioni che, essendo pendenti, possono anche ostacolare le compravendita. Poi bisogna vedere cosa verrà scritto e cosa verrà fatto però il principio non mi pare negativo”, ha sottolineato il presidente dell’organizzazione storica dei proprietari di casa.  

E sulle polemiche relative al superbonus Spaziani Testa ha sottolineato che “sulla vicenda superbonus noi diciamo che bisogna concentrare l’attenzione, con priorità massima, sulle situazioni pendenti, e cioè crediti incagliati, perchè esse corrispondono a cantieri bloccati. E quindi con conseguenze negative, anche economiche, su tanti soggetti, compresi i proprietari degli immobili interessanti, oltre naturalmente alle imprese coinvolte e ad altri”, ha continuato.  

“Su questo serve ancora una soluzione, anche se sappiamo che non è facile. Quindi, al di là del giudizio sul provvedimento, la priorità ora è agire su questo e bisogna concentrare tutti gli sforzi, perchè ci sono situazioni davvero molto critiche. Ripeto: non è facile ma ci dovrebbe essere presa in carico diretta da parte dello Stato di questi crediti a nostro avviso”, ha concluso. 

 

 




Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli