Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280

Al Consorzio del Pomodoro di Pachino si parla di sostenibilità

Appuntamento domani 29 giugno a partire dalle ore 17.00, presso la sede del Consorzio del Pomodoro di Pachino IGP, nella sala riunioni di Via Milano a Pachino, per discutere di Sostenibilità, nuova frontiera dell’IGP pomodoro di Pachino, in un percorso per la valorizzazione della produzione del territorio. L’incontro, che avverrà con i responsabili dell’ODC Bureau Veritas Italia SPA, è aperto a soci, produttori e tecnici operanti nel comprensorio dell’IGP Pomodoro di Pachino. Ad aprire i lavori sarà il Presidente Consorzio di tutela Pomodoro di Pachino IGP Sebastiano Fortunato, seguito da un’introduzione sulla sostenibilità a cura del Direttore del Consorzio Salvatore Chiaramida. Una puntuale analisi del contesto produttivo sarà poi a cura di Sebastiano Barone, Tecnico del Consorzio, mentre Fabio Bianciardi, Sales & Marketing Leader di QCertificazioni – Gruppo Bureau Veritas Italia – parlerà della certificazione SQNPI – Sistema Qualità Nazionale Produzione Integrata – come importante opportunità per la valorizzazione del prodotto. A seguire Simone D’Errico, Business Developer HSE Bureau Veritas Nexta – Gruppo Bureau Veritas Italia – condividerà la sua visione sul percorso Carbon Footprint, mentre i disciplinari tecnici e la certificazione “Nichel Free” per una produzione sostenibile e sicura, che consenta agli operatori di proporsi sul mercato in maniera più competitiva, saranno approfonditi da Mario Cugno, Zone Sales Coordinator Sicilia – Bureau Veritas Italia. Perché certificazione non significa solo maggiore garanzia e più attenzione per il consumatore, ma anche più possibilità di vendita dei prodotti.

Bottone 980×300

L’appuntamento, moderato dal giornalista Gaetano Piccione della redazione di FreshPlaza, sarà seguito da un dibattito
a cura di Salvatore Bottari, Dirigente Servizio 13 dell’Ispettorato dell’Agricoltura di Siracusa e dalle relative conclusioni.

In foto: Il Presidente del Consorzio Sebastiano Fortunato

 

I commenti sono chiusi.