Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

San Gregorio
La musica, un ponte che unisce dal 28 febbraio al 3 aprile

I concerti si terranno nell’Auditorium Carlo Alberto Dalla Chiesa di San Gregorio

Tempo di lettura: 2 minuti

SAN GREGORIO (CT) – “La musica un ponte che unisce”. Questo il titolo degli e eventi musicali organizzati dall’Associazione “Accompagnare la genitorialità” e patrocinati dal Comune di San Gregorio, assessorato allo Spettacolo diretto da Giovanni Zappalà, sotto la direzione artistica della prof. Rosaria Guglielmino, ideatrice e promotrice del progetto.
L’associazione “Accompagnare alla genitorialità” dedica grande attenzione alle scuole al fine di promuovere la cultura e l’arte. Per questo organizza lezioni/concerto per gli alunni degli Istituti scolastici del territorio sangregorese e dei Comuni limitrofi come San Giovanni La Punta, Tremestieri Etneo e Valverde.
I concerti si terranno nell’Auditorium Carlo Alberto Dalla Chiesa di San Gregorio.
«Si tratta di un progetto – ha spiegato Francesco Grasso, presidente dell’associazione – appositamente pensato per i giovani allievi delle scuole. Grazie alla potenza comunicativa del suono – ha continuato il dott. Grasso -, alla sua dimensione ludica e sensoriale, i ragazzi potranno fare esperienza diretta con la musica; conoscere nuovi aspetti del suo mondo; dalla classica fino al folk e dalla wordmusic, dialogare con gli interpreti e conoscere la storia e le caratteristiche dei diversi strumenti musicali e dei brani».
Gli spettacoli si svolgeranno a partire dal 28 febbraio con il duo flauto e chitarra degli “Hang Up” e si inoltreranno fino al 3 aprile con cinque appuntamenti con band e orchestre, tutti i venerdì mattina alle ore 11. Ingresso libero.
«Dalla mia nomina di assessore – ha commentato Giovanni Zappalà – ho subito programmato diversi eventi e manifestazioni che hanno avuto inizio con il Carnevale nelle scuole, che ha riscosso grande successo, e che vedrà, oltre alla serie di concerti, anche le festività del Santo Patrono e il “Maggio sangregorese”. Ringrazio il sindaco, dott. Carmelo Corsaro, che ha creduto nelle mie iniziative. Con la programmazione, fatta ampiamente in tempo e quindi più strutturata, non abbiamo tralasciato nulla che non possa soddisfare i gusti culturali e artistici dei sangregoresi».

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci