Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

San Gregorio, un libro per raccontare il tempo del coronavirus

I sangregoresi raccontano la loro esperienza ai tempi del covid-19 e le loro speranze di rinascita

Tempo di lettura: 2 minuti

SAN GREGORIO (CT) – Simpatica iniziativa promossa dall’assessora alla Cultura del Comune di San Gregorio, Giusi Lo Bianco. “La rinascita di San Gregorio dopo il Covid-19” è il titolo del progetto che prevede l’invio, da parte dei cittadini sangregoresi, di un testo scritto che descriva i momenti, gli stati d’animo, i sentimenti provati durante la quarantena e le aspettative del dopo emergenza. Come si è vissuta l’emergenza all’interno della pareti domestiche? ma soprattutto cosa è avvenuto dentro ognuno di noi durante questo periodo di domicilio coatto ma anche di forzate riflessioni sulla nostra vita, le nostre esistenze, i nostri rapporti affettivi, familiari e sociali?
I testi, che dovranno essere inviati all’indirizzo email: rinascitasangregoriodopocovid@gmail.com, a partire da subito, una volta pervenuti saranno riveduti e corretti, saranno raccolti e pubblicati in un libro. Non vi è limite di spazio. I racconti, le testimonianze possono essere brevi o medio lunghi. Naturalmente la partecipazione all’iniziativa è gratuita.

«Nonostante il periodo difficile e incredibile che abbiamo vissuto e che ancora stiamo vivendo – ha dichiarato l’assessora Lo Bianco -, il nostro sguardo è rivolto al futuro. Vogliamo avere un atteggiamento propositivo e fiducioso – ha continuato la dott. Lo Bianco – e speriamo anche di riprenderci la nostra normalità fatta anche di piccoli eventi culturali che organizziamo con tanta passione per la nostra cittadinanza. Questo libro – ha concluso Lo Bianco – testimonierà la rinascita del paese e dei sogni dei suoi cittadini attraverso la loro penna».
Il primo cittadino, Carmelo Corsaro, ha subito sposato l’iniziativa della sua assessora: «Giusi Lo Bianco è sempre ricca di idee ed iniziative – ha commentato il dott. Corsaro – anche in questi momenti, nei quali siamo presi dall’emergenza e dalla primaria salvaguardia della salute, Giusi Lo Bianco coinvolge i sangregoresi con ottimismo e fiducia per il domani.
«Scrivere è terapeutico – ha concluso il sindaco Corsaro – e aiuta anche ad esorcizzare le ansie che durante questa “detenzione bianca” si sono sviluppate. Con la scrittura si potrà immaginare un mondo migliore e ciò ci aiuterà a riprenderci».

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci