Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280

Presentazione del progetto #095FACESinSicily nell’animata conferenza stampa del 24 luglio

E, di questa iniziativa anticipata – e ammirata – anche nello spot che in questi giorni avvisa i cittadini dell’evento che si terrà domenica pomeriggio (18/20) al Cortile Mariella Lo Giudice dello Stesso Palazzo della Cultura (Platamone) si continua a scrivere non soltanto a Catania.

CATAMIA – “Bisogna metterci la faccia, che tu non voglia o che ti piaccia”, cantava Mario Venuti qualche anno fa. Forse il concetto – di impegno personale lindo e riconosciuto, continuità nella creatività, volontà imprenditoriale, carattere ed entusiastica visione della vita, nonostante le sue stranezze e difficoltà – è proprio questo. Un filo rosso, quello che immaginiamo, che unisce nei fatti e nella volontà di condividere, il già giornalista, ed editore, Marco Spampinato al fotografo Dario Azzaro ancora una volta insieme per una realizzazione unica, di ampio respiro e potenziali, enormi, opportunità. ∞095FACESinSicily è un progetto originale di Marco Spampinato che ha unito quasi 500 persone invitandole proprio a metterci la faccia.

Pubblicità

Loro, noi, lo abbiamo fatto. Dario Azzaro li, ci ha fotografati con esiti qualitativi che inducono a stupore e contemplazione. E, mercoledì 24 luglio, a Palazzo della Cultura di via Vittorio Emanuele II a Catania il progetto, del quale gli scatti hanno visto la conclusione il 28 giugno scorso, è stato presentato. C’era gente, di mattina e di giorno lavorativo, già un successo. E, di questa iniziativa anticipata – e ammirata – anche nello spot che in questi giorni avvisa i cittadini dell’evento che si terrà domenica pomeriggio (18/20) al Cortile Mariella Lo Giudice dello Stesso Palazzo della Cultura (Platamone) si continua a scrivere non soltanto a Catania. Barbara Mirabella, assessore alla cultura del Comune di Catania ha voluto l’evento del 28 luglio nel cartellone di Catania Summer Fest e ha motivato: “Sono felice di avere creduto nel sogno di Marco Spampinato, nella sua capacità di realizzare una idea, sociale e artistica, capace di fare partecipare tanta gente e con l’opportunità di essere solo il primo di una serie di eventi, libri e mostre dedicate alla fotografia d’autore (…) Sono fiera, oggi, di avere riscontro di quanto fatto puntando sulla maestria di Dario Azzaro, bravissimo nel realizzare questi ritratti fotografici pregni di umanità, eccezionalmente emozionanti (…). Bravi, e, sono certa, che la proiezione di tutte le immagini la sera di domenica non mancherà di emozionare i tanti che avranno il piacere di partecipare”. Alla presentazione di #095FACESinSicily coordinata dal giornalista Antonello Zitelli hanno quindi reso una piccola esibizione delle loro straordinarie qualità tre giovani allievi della concertista e insegnante Giulia Gangi dell’associazione MondoMusicale che, dallo scorso anno, sposa le iniziative culturali promosse da Marco Spampinato in co organizzazione col Comune di Catania. La musica è bellezza, se proposta da bambini di 11 e 12 anni con pathos e bravura, sa dare anche di più. Davide D’Alcantari, Carmelo napolitano e Andrea Scirè i nomi dei tre musicisti emozionali. “Abbiamo progettato l’inizio di questa avventura – ha affermato Dario Azzaro – in un incontro breve. Poi ho iniziato a lavorare in un luogo che non era uno studio, ma un soppalco, puntando tutto sul gioco di luci, sulla teatralizzazione del volto, delle espressioni, avendo a supporto un muro rosso, che nel bianco e nero tende al grigio ed è sfondo perfetto, e una sedia. Viandanti, qui a Catania, ma provenienti da ogni parte del mondo ci hanno messo la faccia, a mezzo metro dal mio obiettivo-obbiettivo, non era facile neppure per loro ma ora c’è qualcosa di tangibile e forte, e nostro. Di unico in Italia, oserei dire”.

Gli fa eco Marco Spampinato “tengo a sottolineare che domenica 28 luglio, nel cortile di questo storico palazzo invitiamo alla partecipazione la città intera. Idealmente il nostro è anche un progetto turistico, oltreché sociale, umanistico, di dialogo e supporto, un biglietto da visita e uno studio a campione di umanità varia. Ci risulta, inoltre, che quando da queste 500 fotografie che proietteremo domenica 28 luglio tireremo fuori il libro – alla fine di settembre prossimo – allora #095FACESinSicily potrà anche presentarsi come il volume più ricco tra quelli relativi alla fotografia artistica mai realizzati in Italia. Sembra strano anche a me ma pare proprio che, dietro il nostro alacre lavoro, ci sia anche il raggiungimento di un ulteriore, grande, obiettivo che celebra l’impresa del nostro gruppo nel quale ho il piacere di evidenziare il lavoro e il supporto di Francesca Santangelo e dello scrittore Tino Vittorio per i relativi, soggettivi, meriti capaci di rendere questi mesi di preparazione un momento unico di aggregazione in un progetto già in partenza includente: forte come un violento pugno sullo stomaco, emozionante come un abbraccio caldo e oltre ogni pensiero”.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: