Sicilia Report
Sicilia Report

Coronavirus: chiusi per contagi, in Sicilia riaprono tre siti culturali

La Grotta di San Teodoro ad Acquedolci (Messina), l'Antiquarium di Himera a Termini Imerese (Palermo) e il Castello della Cuba a Palermo

Palermo, 21 ott. – Riaprono da oggi, dopo un periodo di chiusura obbligatoria dovuta all’attuazione delle profilassi anti-Covid, la Grotta di San Teodoro ad Acquedolci (Messina), l’Antiquarium di Himera a Termini Imerese (Palermo) e il Castello della Cuba a Palermo.

“La riapertura dei siti, dopo la chiusura che si è resa necessaria a seguito dell’accertamento di positività al Covid, avviene nel rispettodi tutte le procedure richieste dai protocolli – dice l’assessore dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Alberto Samonà – Conforta verificare che dai tracciamenti non sono emersi casi di contagi, segno che l’attenzione del governo regionale al rispetto delle procedure anti-Covid all’interno delle proprie strutture culturali si sta attuando con scrupolo per garantire ai visitatori di poter godere delle opere e dei luoghi in serenità.

La richiesta di prenotazione obbligatoria all’app Youline a cui, sin dal mese di maggio abbiamo subordinato la visita ai luoghi dell’arte, rimane una procedura che riesce a garantire il contingentamento e la visita in sicurezza”.
(Adnkronos)

I commenti sono chiusi.