Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280
Foto archivio

Vizzini (CT), nipote violento malmena e minaccia di uccidere il nonno per soldi

Il nipote dinanzi i carabinieri recitava le testuali parole «oggi lo ammazzo, lo scanno, ve ne potete andare perché lo scanno!»

VIZZINI (CT) – I Carabinieri della Stazione di Vizzini hanno arrestato un 18enne del posto, per maltrattamenti in famiglia, estorsione e porto abusivo di arma bianca, reati commessi in danno del nonno materno di anni 71.
Il giovane infatti, già noto ai militari perché in diversi frangenti sorpreso alla guida di motocicli senza patente e senza assicurazione, in passato aveva vessato l’avo materno con richieste di denaro corredate da atti persecutori avanzate al solo fine di ottenere del denaro utile ai suoi fabbisogni giornalieri.
L’epilogo è stato raggiunto nella giornata di ieri allorché l’arrestato, dopo aver aggredito e picchiato il poveretto, che gli aveva negato i soldi, si era allontanato con l’intento di armarsi per più gravi propositi.

L’anziano chiedeva aiuto ai Carabinieri che rintracciavano il nipote, visibilmente alterato, proprio nei pressi dell’abitazione del parente. Quest’ultimo, dinanzi i carabinieri recitava le testuali parole «oggi lo ammazzo, lo scanno, ve ne potete andare perché lo scanno!».
Bloccato e perquisito sul posto è stato trovato in possesso di un telefono cellullare sottratto al congiunto e di un grosso coltello da macellaio.
L’arma è stata sequestrata, mentre il giovane, a causa del rifiuto espresso dai familiari (sia la madre che l’altra nonna) ad averlo in casa agli arresti domiciliari, è stato associato al carcere di Caltagirone.

I commenti sono chiusi.