I Carabinieri della Compagnia di Catania Fontanarossa, hanno arrestato nella flagranza quattro catanesi: due maggiorenni di 18 e 19 anni e due minorenni, entrambi 17enni, poiché  ritenuti responsabili del concorso in spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.
I militari per l’intero pomeriggio di ieri hanno posto sotto la lente di ingrandimento il civico 121 di via Capo Passero, già teatro di numerose operazioni antidroga, storicamente attivo h24 al servizio della numerosa “clientela” alla ricerca di ogni tipo di sostanza stupefacente.  L’azione dei militari si è avvalsa di diverse pattuglie appostate per osservare le modalità di spaccio dei diversi personaggi che a turno si susseguono per portare avanti la lucrosa attività.

Pubblicità

Nella circostanza gli operanti, dopo aver osservato diverse cessioni, comprovate oltre che dalla diretta visione dello scambio anche dagli stessi acquirenti i quali, fermati e perquisiti a debita distanza, sono stati trovati in possesso delle dosi di cocaina appena acquistate.

L’intervento dei carabinieri e la fuga dei primi due spacciatori (il 18enne e uno dei 17enni)  sulle terrazze poste sopra l’immobile individuato al civico 11, dove avevano cercato inutilmente di sfuggire alle manette, ha consentito il recupero e sequestro di denaro  e droga (cocaina) contenuti all’interno di un borsello che i due avevano lanciato nel corso della fuga.

Una parte del dispositivo, mentre i colleghi accompagnavano in caserma i due arrestati, rimaneva sul posto ad osservare l’eventuale riorganizzazione della piazza di spaccio cosa che si avverava nel giro di qualche ora col giungere sul posto di altri due spacciatori (il 19enne e l’altro minore) che utilizzando il medesimo modus operandi continuavano a spacciare cocaina ai diversi clienti che si succedevano a bordo dei loro veicoli.

I militari, avendo acclarato l’attività illecita, sono intervenuti riuscendo, dopo un breve inseguimento, a bloccare ed ammanettare i due nella vicina piazza Beppe Montana, recuperando altro denaro e una ricetrasmittente collegata alle vedette poste a protezione della piazza di spaccio.

Complessivamente sono state sequestrate 50 dosi di cocaina, circa 900 euro in contanti e una  ricetrasmittente.

I maggiorenni sono stati relegati agli arresti domiciliari, mentre i minori sono stati associati al centro di prima accoglienza di via Franchetti a Catania.