spot_imgspot_img
HomeCronacaStrage Bologna: Crimi, "possiamo solo chiedere scusa per non aver dato risposte"

Strage Bologna: Crimi, “possiamo solo chiedere scusa per non aver dato risposte”

Bologna, 2 ago. – “Stiamo lavorando per la verità, lo posso affermare con convinzione perché è l’intendimento di questo governo. Lo è stato dei governi precedenti e lo sarà dei successivi, ma è stato già detto e potremo dirlo anche l’anno prossimo. Questo non ferma il trascorrere del tempo che non porta definitive risposte, perciò ora le scuse sono e uniche parole che hanno una parvenza di decenza”. Così il viceministro dell’Interno, Vito Crimi.

Pubblicità

“Al dolore delle famiglie si aggiunge quello della verità negata per quasi mezzo secolo, è una strage rimasta senza completa verità” aggiunge. “L’imperativo è fare presto – spiega – perché la verità emerga in superficie, fare presto perché non possiamo tollerare che chi ha già sofferto la perdita del proprio caro debba subire 40 anni di omissioni e depistaggi. si è arrivati a piegare le istituzioni pur di nascondere la verità”. “Quarant’anni pesano come un macigno e l’unica risposta da parte delle istituzioni sarebbe dovuta essere: ‘Ecco questa è la completa verità’, non avrebbe cancellato il dolore ma raccontato di uno stato vicino alle vittime e ai familiari”.
“Dinnanzi al dolore immutabile che non conosce l’oblio del tempo  – ha aggiunto il viceministro Crimi – si può chiedere solo scusa per non avere ancora portato qui tutte le dovute e necessarie risposte”.

“40 anni fa la Strage di Bologna. Una pagina buia della nostra storia. Non dimenticheremo mai, non smetteremo mai di chiedere verità e giustizia”. Così il segretario delPd, Nicola Zingaretti, su Facebook, per il quarantennale della strage.

“Sono qui per testimoniare la vicinanza delle istituzioni oggi a voi familiari. Noi siamo grati perché per 40 anni non vi siete mai dati per vinti nella ricerca della verità. Cercare la verità significa cercare giustizia e avere giustizia significa anche alzare quel velo di omissis che per 40 anni la nostra storia ha vissuto. Sono state uccise persone innocenti per colpire al cuore i valori della nostra democrazia, è inaccettabile ed è inaccettabile che ancora ci siano veli. Basta con i segreti”. Così la presidente del Senato Elisabetta Casellati, a Bologna per i 40anni dalla Strage del 2 agosto, parlando con alcuni familiari delle vittime dell’attentato. Casellati, assieme al sindaco di Bologna, Virginio Merola, al viceministro dell’Interno Vito Crimi e al presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini ha incontrato le famiglie delle vittime nel Cortile d’onore di Palazzo D’Accursio.
(AdnKronos)

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli