Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Polizia, ancora controlli a Librino, minori fumavano spinello durante la ricreazione scolastica

Sorpresi 4 alunni minori intenti a fumare sigarette, mentre 2 fumavano uno spinello di marijuana

Tempo di lettura: < 1 minuto

CATANIA – Nei giorni scorsi, la Polizia di Stato ha effettuato controlli straordinari volti a contrastare l’illegalità diffusa nel quartiere di Librino. Sono stati effettuati controlli volti a prevenire e reprimere il dilagante fenomeno dell’uso e dello spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei minori, anche durante le attività scolastiche.

Particolare rilievo ha assunto il controllo all’interno di una scuola superiore dove, durante le attività ricreative, sono stati sorpresi 4 alunni minori intenti a fumare sigarette, mentre 2 fumavano uno spinello di marijuana: per tali motivi, i minori sono stati immediatamente segnalati ai dirigenti scolastici che provvederanno a sanzionare gli alunni anche al pagamento di una sanzione pecuniaria per aver fumato tabacco all’interno della scuola nonostante il tassativo divieto; quanto ai 2 assuntori, è stata sequestrata la sostanza stupefacente e gli è anche stato contestato l’illecito amministrativo previsto dall’articolo 75 del D.P.R. 309/90, al fine di sottoporli ai programmi terapeutici previsti dalla normativa vigente.

Ancora, a seguito di mirato controllo, una persona è stata indagata in stato di libertà per aver alterato, nel caso specifico accorciato, la canna di un fucile che è stato sequestrato penalmente, insieme a una canna di ricambio.

Inoltre, sono stati indagati in stato di libertà un uomo e una donna, entrambi con precedenti di polizia, per spendita di banconota falsa in concorso. La coppia si era recata presso un’attività commerciale ubicata nel quartiere Pigno e, approfittando della disattenzione dell’impiegata, ha acquistato una semplice bevanda al fine di ricevere un cospicuo resto, in relazione alla spendita di una banconota da cento euro; il gestore dell’attività, resosi conto dell’accaduto, ha sporto denuncia presso gli Uffici di Polizia, dove i poliziotti hanno immediatamente sequestrato la banconota e, a seguito di ulteriore attività investigativa, consistente anche nell’acquisizione dei filmati di video sorveglianza, hanno individuato i due malfattori.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci