spot_imgspot_img
HomeCronacaL'Etna sbuffa sabbia nera alla vigilia di Natale

L’Etna sbuffa sabbia nera alla vigilia di Natale

CATANIA – Paura per la vigilia di Natale per il capoluogo etneo. Prima si sono verificate due scosse di terremoto di magnitudo 3.1 con epicentro a 11 chilometri rispettivamente da Zafferana Etnea e Castiglione di Sicilia. Dalle 10 di oggi sarebbero stati registrati ben 7 terremoti che sono stati avvertiti da una trentina di paesi etnei, poi un intenso sciame sismico forse centinaia di brevi scosse. Poi intorno alle 12 un’eruzione con sbuffi di sabbia nera che pare stia coinvolgendo la zona nord-est del vulcano. Non si hanno ancora notizie chiare, ma come si può vedere dalle immagini il pennacchio di sabbia nera pare essere assai consistente. I terremoti sono stati rilevati dall’Ingv (Centro Nazionale Terremoti e Vulcanologia) di Catania intorno alle 10,59 di oggi.

In aggiornamento

Pubblicità

Dal sito Ingv si viene a sapere che la frattura eruttiva si trova alla base del cratere di sud-est, dove è in corso un’attività esplosiva. Dal vulcano continua ad  alzarsi una nube di cenere che sta investendo le zone e i paesi nord-sud-est. L’aeroporto di Catania è ancora regolarmente operativo ma è in programma con estrema urgenza una riunione dell’unità di crisi dello scalo aereo, semmai le condizioni climatiche e i venti dovessero cambiare nel corso della giornata.

Il bollettino Ingv di oggi:

  • Dalle ore 08:50 locali è in corso un intenso sciame sismico sul vulcano Etna. Nelle prime tre ore sono avvenute oltre 130 scosse sismiche, le maggiori delle quali sono state di magnitudo Ml = 4.0 (alle ore 13:08, localizzata nella zona di Piano Pernicana, fianco NE del vulcano, a 2 km profondità e 6 km a W di Zafferana Etnea) e Ml 3.9 (localizzata nella zona di Monte Palestra fianco NO del vulcano).
  • L’attività sismica è stata accompagnata da un graduale incremento del degassamento dall’area craterica sommitale, inizialmente con sporadiche emissioni di cenere emesse dalla Bocca Nuova e dal Cratere di Nord-Est, che sono culminate alle ore 12.00 circa in un denso e continuo pennacchio di cenere scura. Dopo circa cinque minuti è iniziata un’intensa attività stromboliana localizzata alla base meridionale del Nuovo Cratere di Sud-Est, probabilmente scaturita da una fessura eruttiva. Contemporaneamente l’attività stromboliana è ulteriormente incrementata anche alla Bocca Nuova e al Cratere di Nord-Est.
  • Alle ore 12.01 locali la Sala Operativa dell’Osservatorio Etneo (OE-INGV) ha diramato il comunicato VONA ROSSO per emissione di cenere, indirizzato alle autorità aeronautiche.
  • Le reti geodediche GPS e clinometriche mostrano vistose deformazioni dell’area sommitale.
  • L’Osservatorio Etneo sta continuamente monitorando l’evolversi dei fenomeni in stretto contatto con il Dipartimento della Protezione Civile (DPC) e tutte le Autorità di Protezione Civile.

AGGIORNAMENTO FONTANAROSSA.

Sac dopo la riunione dello stato di crisi avviata alle ore 13:00 decide che fino a nuovo ordine dalle 14:00 di oggi 24 dicembre tutti i voli in arrivo verranno dirottati verso altre destinazioni.

Per i voli in partenza bisogna rivolgersi ai centri comunicazione e agli sportelli delle varie compagnie aeree.

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Paolo Zerbo
Paolo Zerbohttp://zarbos.altervista.org
Paolo Zerbo Direttore responsabile Laurea in Sociologia Communication skills and process model ICT developer
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli