Sicilia Report
Direttore Paolo Zerbo
Montalto 336×280
Foto archivio

San Cristoforo
Divisione Polizia amministrativa e sociale: continuano i controlli al “Tondicello della Plaja”

CATANIA – Nel corso dei servizi, disposti con ordinanza del Questore Mario Della Cioppa a seguito dell’aggressione subita nei giorni scorsi da alcuni agenti delle Volanti intervenuti per un caso di spaccio di stupefacenti, sono continuati anche ieri i servizi di controllo e di accertamento a cura di personale della Squadra di Polizia Amministrativa della Questura, finalizzati anche al controllo degli esercizi commerciali che insistono nella zona di piazza Caduti del Mare.
Insieme ai poliziotti della P.A.S. hanno agito agenti del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale e una squadra del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica, collaborati da personale dell’ASP Igiene e Veterinaria, della Polizia Locale, dello SPRESAL e da una squadra di tecnici dell’ENEL
È stata controllata una macelleria dove personale ASP veterinaria ha contestato la mancanza di autorizzazione per la preparazione degli alimenti, con una sanzione per l’ammontare di 1.000 euro; oltre a ciò i tecnici dell’ASP Igiene Pubblica hanno rilevato una scarsa igiene che ha comportato una sanzione amministrativa per l’ammontare di 2.000 euro; anche la SPRESAL ha contestato una violazione per l’ammontare di 1.000 euro per l’assenza di spogliatoi per i dipendenti e per la presenza di un soppalco privo delle indicazioni di carico massimo. In ultimo, la Polizia Locale – Squadra Annona ha rilevato l’occupazione abusiva di suolo pubblico e difformità edilizia per sanzioni che ammontano a 173.00 + 5000 euro.
È stata controllata una panineria al cui titolare la Polizia Locale ha contestato la violazione per mancanza di concessione per il suolo pubblico. Anche un chiosco bar nella medesima zona non era munito di autorizzazione per il suolo pubblico; i titolari sono stati invitati presso l’ufficio P.A.S. per le dovute verifiche e eventuali contestazioni.
Medesima infrazione per un officina di fabbro al cui titolare personale della Polizia Locale ha contestato la violazione per mancanza di concessione per il suolo pubblico.
Infine, sono in corso accertamenti per un centro scommesse, il cui titolare è stato denunciato per la mancata licenza, e un chiosco bar che si sono rivelati carenti della necessaria documentazione.
In totale sono state comminate 15 sanzioni amministrative per contravvenzioni alle norme del Codice della Strada.

I commenti sono chiusi.