Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

“La Divina Commedia Opera Musical” presentata al Comune sarà in scena al PalaCatania il 21 e 22 febbraio prossimi

Opera musicale basata sul poema di Dante Alighieri, un avvincente viaggio dall’Inferno al Paradiso con scenografie immersive, coreografie acrobatiche e sorprendenti effetti speciali e maxiproiezioni.

Tempo di lettura: 5 minuti

CATANIA – Dopo il successo delle precedenti stagioni sui principali palchi d’Italia, arriva a Catania la prima opera musicale basata sul poema di Dante Alighieri, un avvincente viaggio dall’Inferno al Paradiso con scenografie immersive, coreografie acrobatiche e sorprendenti effetti speciali e maxiproiezioni. L’emozionante allestimento teatrale de La Divina Commedia Opera Musical, insignita della Medaglia d’Oro dalla Società Dante Alighieri, arriva al PalaCatania il 21 e 22 febbraio (oltre agli spettacoli serali alle ore 21 sono previsti due matinée riservate alle scuole alle ore 10) forte del riconoscimento ricevuto come Miglior Musical al Premio Persefone 2019 davanti a importanti produzioni internazionali.

Prodotta da MIC Musical International Company, ed organizzata in Sicilia da Giuseppe Rapisarda Management, l’opera vanta un team creativo d’eccezione e una troupe di oltre 50 professionisti che porta in tour una produzione innovativa e ambiziosa: un cast di voci eccezionali con un corpo di ballo acrobatico dà infatti vita ai personaggi più emblematici del poema dantesco, che si muovono su suggestive musiche avvolti da proiezioni video di ultima generazione.
Proiezioni immersive in 3D capaci di condurre anche i giovanissimi in un viaggio fantastico alla scoperta dell’Opera di Dante: oltre 2 ore di spettacolo che trascinano lo spettatore dentro alla potente fantasia del genio di Firenze, rendendo la Divina Commedia estremamente attuale e fruibile da tutti.

Suddiviso in due atti, il musical porta sul palco oltre 200 costumi utilizzati dal cast nei 70 scenari che si susseguono a ritmo serrato, tenendo alta l’attenzione del pubblico di ogni età dal primo all’ultimo minuto.
Fiore all’occhiello è l’interpretazione esclusiva di Giancarlo Giannini come voce narrante, che rappresenta la maturità di un Dante che ricorda quando a metà della propria esistenza, spinto da una forte crisi personale, trova nella scrittura una salvezza creativa.
L’edizione 2020 si arricchisce di numerose novità a completamento degli innovativi testi e quadri scenici già pensati per rendere l’Opera musical un moderno kolossal teatrale:
nuovi effetti tecnologici di luci e proiezioni, ancor più evoluti e sorprendenti, che dipingono la scena con quadri in 3D in continuo mutamento; nuovi interpreti e componenti del corpo di ballo, selezionati tra i migliori talenti 
del panorama teatrale italiano per affiancare i protagonisti della scorsa edizione; nuove Live session di percussioni, con strumentazione potenziata per il massimo 
coinvolgimento ritmico dei ballerini in scena e del pubblico in sala.
Un’edizione ancor più spettacolare: “La Divina Commedia Opera Musical rilegge in chiave moderna il capolavoro di Dante, grande scrittore, poeta, genio e soprattutto uomo” ha dichiarato il regista Andrea Ortis. “Ed è uno spettacolo in continua evoluzione, che si arricchisce anno dopo anno di forme espressive esplorando gli orizzonti delle nuove tecnologie, capaci di trasportarci in un mondo onirico tra demoni, creature mitologiche e personaggi storici che accompagnano il viaggio di Dante nei regni ultraterreni di Inferno, Purgatorio e Paradiso. Linguaggi che parlano anche alle nuove generazioni” ha concluso Ortis, “e i ripetuti sold out con un calore “da stadio” ci emozionano ad ogni tappa e ci motivano a continuare su questa strada… Perché la storia è la nostra più grande modernità”.

“Questo è un teatro che ha tutta la forza dell’immaginazione di un libro, a cui si ispira e rimanda, e che mette insieme la potenza e l’emozione di attori ‘in carne ed ossa’ con la suggestione di sorprendenti effetti speciali di animazione 3D, che aiutano lo spettatore a entrare nel mondo fantastico di Dante e gli fanno venir voglia di saperne di più” ha proseguito Antonello Angiolillo, interprete di Dante. “La nostra soddisfazione più grande è sentire i nostri spettatori esclamare: mi avete fatto venir voglia di leggere la Divina Commedia… e difatti le vendite del testo aumentano man mano con le repliche!”
Lo spettacolo è accompagnato da ulteriori iniziative di valore culturale e artistico, come gli incontri D come Dante sulla restituzione in spettacolo del testo del sommo poeta: una formula di divulgazione efficace – con panoramica sui personaggi ed esibizioni dal vivo del cast – che ha catturato l’interesse di partecipanti di ogni età affascinati dalla forza evocativa del mondo immaginato da Dante.
Il successo di tali iniziative, sostenute dagli Educational partner BNL e Poste Italiane e dalla Regione Molise, che patrocina e da cui parte il tour, affianca i numerosi sold out già registrati con mesi di anticipo: successo che conferma l’attenzione per questa spettacolare trasposizione del testo dantesco, opera modernissima nonostante i sette secoli d’età e pienamente rappresentativa del talento e della cultura italiana di ieri oggi.

“Sincero compiacimento e ringraziamenti per il produttore Gabriele Gravina e tutta l’organizzazione” è stato espresso dal sindaco Salvo Pogliese durante la presentazione della Divina Commedia Opera Musical “ che la Città s’appresta ad ospitare, un evento che si inserisce in un contesto temporale favorevole per Catania in piena crescita turistica e al centro di una grande attenzione mediatica internazionale. Una città che sta ospitando sempre più eventi importanti ed è in questo contesto che la Divina Commedia si inserisce, con un notevole ritorno di ulteriori flussi turistici e con un positivo effetto in termine di marketing territoriale. A questo si aggiunge la diffusione culturale dei valori delle pagine dantesche ad una platea sempre più ampia”.
Erano presenti, con il sindaco Pogliese, gli assessori Barbara Mirabella ed Enrico Trantino, il capo di Gabinetto Giuseppe Ferraro ed, inoltre, il produttore dell’opera Gabriele Gravina, il regista e attore Andrea Ortis, l’attore Antonello Angiolillo interprete di Dante, la legal consultant Ida Linda Reitano, il promoter Giuseppe Rapisarda, il produttore esecutivo Lara Carissimi.
L’allestimento teatrale, prodotto da MIC Musical International Company in due atti, ha già riscosso importanti riconoscimenti dalla critica internazionale è stato, infatti, insignito dalla Medaglia d’Oro dalla società Dante Alighieri e riconosciuto come Miglior Musical dalle produzioni internazionali del Premio Persefone 2019.

“Un ringraziamento speciale- ha detto Gravina- devo farlo a questa Amministrazione che, non ricerca protagonismo come spesso succede oggi, ma che ha voglia di condividere a tutti i livelli, dai più giovani in poi, una serie di progetti di valore culturale, aggregando la gente con una grande voglia di cambiamento. Lo stesso intento che abbiamo inteso seguire nel lanciare questo progetto. Sappiamo già che saranno circa 6000 gli studenti che, provenendo dall’intera Sicilia, si incuriosiranno delle pagine scritte dal sommo poeta Dante”.
Il musical impegnerà una troupe di circa 50 professionisti che indosseranno 200 costumi diversi in 70 differenti scenari. Un cast di voci eccezionali e come fiore all’occhiello la voce narrante di Giancarlo Giannini. Il corpo di ballo acrobatico si muoverà all’interno di proiezioni immersive in 3D capaci di condurre tutti in un viaggio fantastico alla scoperta dell’Opera di Dante nelle due ore dello spettacolo. L’appuntamento è per il 21 e il 22 febbraio al PalaCatania, dove avranno luogo due matinèe dedicati alle scuole e gli spettacoli serali, con inizio alle 21.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci