spot_imgspot_img
HomeAttualitàFirmato protocollo d’Intesa tra IterCulture e il Network Anticorpi XL

Firmato protocollo d’Intesa tra IterCulture e il Network Anticorpi XL

L’ottava edizione di Teatri Riflessi, festival internazionale di corti teatrali e coreutici, conclusa il 15 luglio 2023 a Zafferana Etnea (CT), ha registrato un grande traguardo che vede protagonisti non solo IterCulture, l’associazione culturale che lo promuove e l’organizza, ma anche la Regione Siciliana e i coreografi e le coreografe emergenti del territorio.
Grazie all’ultima edizione, IterCulture è stata, infatti, invitata a entrare a far parte del Network Anticorpi XL, la rete italiana dedicata alla giovane danza d’autore. Nata nel 2007 rappresenta una delle più significative “buone pratiche” in Italia: un esempio concreto e significativo di promozione della nuova generazione di coreografe e coreografi italiani.

Pubblicità

 

Per la prima volta, la Sicilia, una delle poche regioni non ancora rappresentate, avrà un membro all’interno della rete. Da gennaio 2024, IterCulture diventerà il referente regionale per la rete nazionale e i progetti ad essa afferenti: un punto di inizio per poter avviare nuove collaborazioni e nuove azioni comuni di valorizzazione del territorio siciliano e della sua creatività, troppo spesso costretta a spostarsi altrove per svilupparsi. L’associazione etnea sarà chiamata a rappresentare la regione in un’azione continua di mappatura territoriale della creatività emergente, agendo da ponte tra isola e penisola sia in uscita, promuovendo la distribuzione e il confronto nazionale e internazionale di giovani coreografi siciliani, sia in entrata, contribuendo a presentare e accogliere realtà e modelli d’eccellenza sul territorio siciliano. Inoltre, la rete nazionale offrirà un pretesto per saldare relazioni anche tra le altre realtà siciliane già attive nel settore dello spettacolo dal vivo, fornendo i presupposti per connessioni capillari e capaci di introdursi in percorsi virtuosi di apertura all’interregionalizzazione e internazionalizzazione, di sedere ai tavoli nazionali e meglio proiettare le esigenze siciliane e di contribuire alla produzione e circuitazione artistica, valorizzando il territorio e l’identità siciliana.

Il Network Anticorpi XL propone un’articolata gamma di azioni a sostegno dei percorsi creativi e formativi di coreografi e coreografe emergenti  “dagli esordienti che nella fragilità di un segno autoriale cercano esperienze formative e di confronto con diverse figure dello spettacolo dal vivo, ad autori e autrici che si già distinti per una cifra artistica definita e che desiderano sperimentarsi con processi di creazione più complessi”.

 

Oltre all’azione primaria che costituisce l’essenza del network, la Vetrina della giovane danza d’autoreeXtra, Anticorpi XL promuove:
Nuove Traiettorie, percorso formativo dedicato a giovani autori e autrici,
CollaborAction, che seleziona e sostiene i progetti coreografici di autori emergenti attraverso premi economici, tappe di residenza e tournée nazionali;
CollaborAction kids, azione a sostegno della ricerca di opere destinate alle giovani generazioni; Prove d’Autore che mette in dialogo artisti emergenti con gli ensemble di danzatori e danzatrici di formazione accademica del Balletto di Roma, Nuovo Balletto di Toscana, MMContemporary Dance Company e DanceHaus;
Danza Urbana XL, che offre uno spazio di programmazione e visibilità alle creazioni che indagano le forme dello spettacolo al di fuori delle convenzioni teatrali e degli spazi deputati, immergendosi nel paesaggio urbano;
ResiDance, azione dedicata ai progetti di residenze creative per la danza.

 

Il gruppo di operatori nazionali  —  dalle diverse formazioni e sensibilità artistiche  — garantisce una pluralità di sguardi che consente di riconoscere le emergenze artistiche, adattando e trasformando le molteplici possibilità di intervento. Il Network investe sulla necessità di creare luoghi d’incontro e di confronto dove gli artisti possano trovare le condizioni indispensabili per conoscere e conoscersi, esperire, fallire e trovare il proprio percorso autoriale e artistico. Per questo, la mancanza di un territorio come la Sicilia andava colmata, non solo per far entrare in questo circolo virtuoso i coreografi e coreografe dell’isola, ma anche per promuovere uno scambio con artisti da tutt’Italia e incentivare le possibilità di accoglierli nella preziosa trama di tradizioni artistico-culturali, genius loci e humanitas del nostro territorio.

Allo stesso tempo, con l’ottava edizione di Teatri Riflessi si è riconfermata per il secondo anno consecutivo l’importanza dell’evento — azione congiunta e necessaria — e delle sue significative ricadute culturali ed economiche soprattutto sul Comune di Zafferana Etnea.

All’interno della cornice del festival, infatti, sono stati ospitati a Zafferana più di 150 tra artisti, nazionali e internazionali, direttori artistici, operatori culturali e giornalisti da tutta Italia, volontari internazionali e giovani membri dello staff. Oltre il 77% del budget, accresciuto quest’anno grazie al contributo ricevuto, per la prima volta, dalla Regione Siciliana, è stato destinato ad aziende (ricettive, ristorative, logistiche) e professionisti del territorio, compresi i numerosi operatori culturali under 30 in formazione presso IterCulture.

In aggiunta alle ricadute economiche sugli esercizi di Zafferana Etnea grazie anche alle oltre 3000 presenze di pubblico — numero significativo nel contesto dei linguaggi contemporanei — si è proiettata nuova luce sulla cittadina, divenuta luogo di appuntamento annuale anche per un nutrito parterre di professionisti del settore delle arti performative che inizia a guardare all’isola oltre alle bellezze paesaggistiche e culturali, inserendola come tappa operativa nelle agende di lavoro.

 

Teatri Riflessi non è solo un festival che anima per due settimane la cittadina alla pendici dell’Etna, ma un progetto articolato che prevede un anno di azioni e attività: dalla programmazione del bando, alla selezione delle opere sino all’organizzazione delle giornate di concorso internazionale arricchite con attività sparse tra il paese e il parco, dai numerosi progetti formativi, alcuni dei quali prevedono campus bisettimanali per operatori nazionali e internazionali, alle molteplici attività e azioni performative organizzate sul territorio regionale durante l’intero anno.

 

Dedicata alla presentazione della prossima edizione di Teatri Riflessi e delle azioni del Network Anticorpi XL che a partire da gennaio 2024 saranno supportate da IterCulture, giovedì 21 dicembre 2023 alle ore 20:45 a Viagrande Studios (Viagrande, CT) una serata speciale vedrà tornare il corto vincitore di TR8 “K(-A-)O” del coreografo giapponese Kenji Shinohe insieme, per la prima volta in Italia, allo spettacolo “R”.

 

 

 

Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Redazione CT
Redazione CThttps://www.siciliareport.it
Redazione di Catania Sede principale
Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli