13.9 C
Catania
domenica, Aprile 21, 2024
spot_imgspot_img
HomeAdnkronos newsinternazionale/esteriAttentato Mosca, Russia: "Kiev ha finanziato i terroristi". Is: "Colpire ovunque nel...

Attentato Mosca, Russia: “Kiev ha finanziato i terroristi”. Is: “Colpire ovunque nel mondo”

Pubblicità

(Adnkronos) – Lo Stato Islamico loda l’attacco terroristico contro il Crocus a Mosca. In un messaggio audio, postato sull’account Telegram dell’Is, il portavoce, Abu Hudhayfah Al-Ansar, esorta i sostenitori a prendere di mira “i crociati ovunque nel mondo”. 

Nel messaggio il portavoce invita i soldati del Califfato a puntare a degli obiettivi negli Stati Uniti, in Europa e in Israele. Oltre all’attacco a Mosca della scorsa settimana, tesse le lodi di quello compiuto a Kerman, in Iran, il 3 gennaio, nell’anniversario della morte del comandante Qassem Soleimani, davanti alla tomba del generale. Il messaggio arriva nel decimo anniversario secondo il calendario lunare della proclamazione del Califfato a Mosul. 

 

Sarebbero emerse, intanto, prove di un collegamento tra gli autori dell’attacco terroristico della sala concerti Crocus e Kiev, come si legge sul canale Telegram del comitato investigativo. La Russia continua ad accusare l’Ucraina per il coinvolgimento nell’attentato della scorsa settimana a Mosca.  

“I primi risultati dell’indagine confermano pienamente la natura pianificata delle azioni dei terroristi, l’attenta preparazione e il sostegno finanziario da parte degli organizzatori del crimine – si legge su Telegram -. Come risultato della collaborazione con i terroristi detenuti, dello studio dei dispositivi tecnici loro sequestrati e dell’analisi delle informazioni sulle transazioni finanziarie, è stata ottenuta la prova del loro legame con i nazionalisti ucraini”.  

In particolare, il comitato investigativo russo che sta indagando sulla strage al Crocus City Hall ha confermato i dati secondo cui gli autori dell’attacco terroristico hanno ricevuto ingenti somme di denaro e criptovalute dall’Ucraina. Gli investigatori hanno identificato e arrestato un altro sospettato coinvolto in un piano di finanziamento del terrorismo. 

 

“Prima dell’attacco del 22 marzo, il governo degli Stati Uniti ha fornito informazioni chiare e dettagliate alle autorità russe sulla minaccia terroristica contro grandi raduni e concerti a Mosca”. A dichiararlo è stato il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale, John Kirby. 

Questo – ha aggiunto – era già stato fatto per iscritto il 7 marzo “secondo le normali procedure e attraverso canali consolidati che sono stati utilizzati molte volte in precedenza”. “In effetti, gli Stati Uniti hanno cercato di contribuire a prevenire questo attacco terroristico.” Anche l’ambasciata americana a Mosca aveva dichiarato pubblicamente all’epoca che stava seguendo le notizie secondo cui gli estremisti avevano piani imminenti per attaccare grandi raduni a Mosca, compresi i concerti. 

Kirby ha poi respinto ancora una volta con veemenza le affermazioni russe secondo cui l’Ucraina sarebbe coinvolta nell’attacco terroristico. Questa è “sciocchezza” e “propaganda”. “È assolutamente chiaro che” l’Isis “è stato l’unico responsabile del terribile attacco terroristico a Mosca la scorsa settimana”. 

 




Copyright SICILIAREPORT.IT ©Riproduzione riservata

Clicca per una donazione

Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato con tutte le ultime notizie, le novità dalla Sicilia.

Le Novità di Naos

Il mensile di cultura e attualità con articoli inediti

- Advertisment -

Naos Edizioni APS

Sicilia Report TV

Ultimissime

Dona per un'informazione libera

Scannerizza QR code

Oppure vai a questo link

Eventi

Le Rubriche di SR.it

Vedi tutti gli articoli