Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280

Presentata la “Medea” di Mancuso, tra innovazione e miti antichi immersi nella società di oggi

In programmazione al teatro Musco, lo spettacolo punta all’introspezione psicologica dei personaggi

CATANIA- Il regista Sebastiano Mancuso, cresciuto sotto la guida di Lamberto Puggelli al Teatro Stabile di Catania e reduce dal successo italo francese della tournee di “Che fine ha fatto Baby Jane” e “Piano piano dolce Carlotta” con la compagnia Absinthe Teatro, insieme all’intero cast della pièce “Medea” composto da Luana Toscano, Liborio Natali, Tony Palazzo, Antonella Scornavacca, Martina Cassenti e Sarah Zuccarello giovedì 3 ottobre, alle ore 10.30, sul palco del glorioso Teatro Musco coordinati dalla giornalista Elisa Guccione presenteranno alla stampa, alla città e agli amanti del buon teatro l’innovativa messa in scena ispirata all’opera di Jean Anouilh scritta nel 1946.
“Il testo di Jean Anouilh- dichiara Sebastiano Mancuso- riflette delle sollecitazioni morali del periodo come l’esilio, l’omicidio e l’avversione indiscriminata nei confronti degli stranieri fino a sfociare nella xenofobia, sentimenti di odio che oggi a distanza di oltre settant’anni sono, purtroppo. estremamente attuali”.
Sarà una Medea decisamente innovativa, che punta all’introspezione psicologica dei personaggi. per questo la scelta del cast non è stata semplice ed ha richiesto un lungo periodo di selezione.

Pubblicità

“Questa rappresentazione- continua Mancuso- per la complessa struttura drammaturgica con caratteristiche uniche ed originali metterà alla prova l’intero cast, che poterà in scena un’umanità piena di paure tipiche della nostra società”.

Commenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: