Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280
Foto archivio

Aci Castello, la Giunta comunale approva la sospensione dei tributi

Era stato invocato dai consiglieri comunali di opposizione Ezia Carbone, Giorgio Sabella, Salvo Tosto e Massimo Papalia

ACI CASTELLO (CT) – La Giunta comunale di Aci Castello ha approvato la delibera per la sospensione dei tributi locali, considerata l’emergenza Coronavirus in atto. Un provvedimento che già lo scorso 10 marzo era stato invocato dai consiglieri comunali di opposizione Ezia Carbone, Giorgio Sabella, Salvo Tosto e Massimo Papalia che, adesso, esultano per il risultato raggiunto. “Meglio tardi che mai! E’ trascorso più di un mese dalla nostra richiesta e ieri, finalmente, sindaco e assessori hanno deliberato accogliendo quanto da noi proposto. Nel contempo, in questo lungo periodo, oltre ad essere stati definiti sciacalli (solo per aver chiesto un atto a tutela della cittadinanza) dal primo cittadino e dai suoi sodali, abbiamo assistito anche alla pubblicazione da parte del Comune di un avviso pubblico di sospensione farlocco. Adesso però la verità è scritta nero su bianco e ne siamo lieti. Questo ci fa comprendere che siamo sulla giusta strada e che continueremo su questa via fatta di critiche quando serve, ma soprattutto di proposte utili alla comunità. Sempre in attesa che l’Amministrazione, con i suoi tempi, decida di attuarle. Grazie sempre a chi ci sta vicino e ci incita ad andare avanti!” L’atto deliberativo, nello specifico, prevede il differimento, non oltre il mese di luglio 2020, dell’invio degli avvisi di liquidazione bonari, delle ingiunzioni fiscali e degli avvisi di accertamento esecutivo e pagamento relativi ai tributi comunali, fatti salvi i soli atti interruttivi della prescrizione, ed al 31 luglio 2020 del termine per il pagamento della rata di acconto Tari 2020 (le rate saranno la 1° il 31 luglio 2020, la 2° il 31 ottobre 2020 ed il saldo il 31 dicembre 2020.

Pubblicità

In più è differito al 31 luglio 2020 il termine per il pagamento dell’imposta comunale sulla pubblicità in scadenza al 31 marzo 2020, Ed inoltre sono sospesi fino al 31 luglio 2020 i pagamenti, anche in forma rateale, del canone relativo alle seguenti tipologie: occupazione di suolo pubblico per la collocazione di tavoli e sedie degli esercizi commerciali di somministrazione, sia temporanei che permanenti; occupazione di suolo pubblico con arredo urbano, per collocazione ponteggi, cassoni e delimitazione area di cantiere per interventi edilizi; posteggio di barche nell’area portuale di proprietà comunale, posteggi commerciali degli operatori del Mercato del contadino. Sono altresì sospesi, fino al 30 settembre 2020, gli obblighi di dichiarazione dell’imposta di soggiorno, fino al 31 luglio 2020 i piani di rateizzazione già approvati per il pagamento dei tributi ed altre entrate relativi agli anni antecedenti al 2020. Non si farà luogo ad applicazioni di sanzioni ed interessi in tutti i casi di differimento e sospensione di pagamenti dovuti all’Amministrazione, per il relativo periodo, nonché per i pagamenti scaduti nel periodo successivo alla pubblicazione della deliberazione del Consiglio dei Ministri 31 gennaio 2020, per il periodo fino alla cessazione dello stato di emergenza.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: