Cronaca

Operazione Requiem: uno degli indagati rubava farmaci dall’ospedale per rivenderli al mercato nero

Condividi

CALTAGIRONE (CT) – Nel corso dell’esecuzione della misura cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Caltagirone nell’ambito dell’indagine denominata “Requiem” (operazione dello scorso 25 Maggio), uno dei destinatari dei provvedimenti cautelari è stato trovato in possesso di una considerevole quantità di farmaci sui quali non ha saputo fornire sufficienti giustificazioni circa la loro detenzione. Nella circostanza, considerato altresì che i farmaci sono apparsi ictu oculi in massima parte destinati all’utilizzo in ambito ospedaliero, si è proceduto al loro sequestro al fine di avviare mirate indagini volte a risalire alla filiera dell’acquisto ed alla puntuale verifica circa la loro destinazione.
I carabinieri, delegati dal magistrato titolare dell’indagine della Procura della Repubblica calatina, coadiuvati dai colleghi del NAS di Catania, hanno provveduto a catalogare i farmaci, per lotto, scadenza, tipologia, fustella e targatura.

L’indagine ha dimostrato, senza alcun dubbio, che su un totale di 92 farmaci sottoposti a sequestro, ben 71 sono risultati essere stati acquistati dall’ASP di Catania; in particolare, gli ulteriori approfondimenti hanno consentito di acclarare che proprio l’ultimo quantitativo, non solo era stato acquistato dall’ASP di Catania, ma era destinato specificamente al nosocomio di Caltagirone e in minima parte ad altri presidi ospedalieri facenti riferimento sempre all’ASP del capoluogo etneo.

Tra i tanti farmaci sequestrati, gli investigatori hanno notato come fosse prevalente la presenza di farmaci aventi come principio attivo il “Diazepam”, notoriamente utilizzato come antidepressivo, il cui utilizzo/vendita è possibile solo dietro rigorosa prescrizione medico-specialistica.

Ti potrebbe interessare

I dati acquisiti dalla Banca Dati Nazionale del Farmaco, grazie anche alla collaborazione dell’ASP di Catania, hanno consentito ai militari dell’Arma di disvelare la grave condotta inizialmente ipotizzata a carico dell’indagato, il quale non poteva, per le ovvie ragioni brevemente illustrate, possedere i predetti farmaci, salvo esserne venuto in possesso con modalità fraudolente e clandestine solo in ragione del proprio ufficio, ossia quello di essere un dipendente dell’ASP.

Ulteriori accertamenti sono in corso al fine di accertare l’eventuale presenza di complici e/o concorrenti nel reato, oltre al coinvolgimento di terzi nel mercato clandestino di farmaci da destinare, per esempio, alle RSA, nonché tipizzare anche i farmaci non acquistati dall’ASP, ma di cui l’indagato è stato trovato in possesso, verosimilmente perché acquisiti attraverso prescrizioni mediche mendaci e/o irregolari.

Articolo del 22 Giugno 2021 11:05

Redazione CT

Redazione di Catania Sede principale

Articoli recenti

Tg Ambiente – 25/7/2021

In questo numero del Tg Ambiente, prodotto dall'Italpress in collaborazione con TeleAmbiente: Waidy Wow, a Roma un'app unisce sostenibilità e… Leggi tutto

25 Luglio 2021

Tg Giovani – 25/7/2021

In questo numero del Tg Giovani prodotto dall'agenzia Italpress in collaborazione con ScuolaZoo: MaBasta, studenti contro il bullismo; "E tu… Leggi tutto

25 Luglio 2021

Sorsi di Benessere – Un modo alternativo per preparare le tisane

Nella nuova puntata di Sorsi di Benessere un’idea alternativa per preparare tisane “panciapiatta”, digestiva e diuretica e drenante. Ci dice… Leggi tutto

25 Luglio 2021

Giuffrida bronzo nel judo, 4^ medaglia per l’Italia

TOKYO (GIAPPONE) (ITALPRESS) – Odette Giuffrida ha vinto lamedaglia di bronzo al torneo di judo dei Giochi di Tokyo,categoria -52kg.… Leggi tutto

25 Luglio 2021

Longo Borghini ancora di bronzo “Prima o poi vincerò un oro”

TOKYO (GIAPPONE) (ITALPRESS) – L’upgrade non c’è stato ma, per come si era messa la corsa, va benissimo così. Come… Leggi tutto

25 Luglio 2021

Papa Francesco “Tra giovani e anziani una nuova alleanza”

ROMA (ITALPRESS) – “Una nnuova alleanza” tra giovani e anziani, per “condividere il tesoro comune della vita, sognare insieme, superare… Leggi tutto

25 Luglio 2021

Brusaferro “Vaccino metodo più efficace per convincere i no vax”

ROMA (ITALPRESS) – “Dobbiamo affrontare la pandemia con metodo scientifico. Far vedere che il vaccino funziona e che le misure… Leggi tutto

25 Luglio 2021

Covid, Brusaferro: “E’ il vaccino il metodo più efficace per convincere no vax”

"Dobbiamo affrontare la pandemia con metodo scientifico. Far vedere che il vaccino funziona e che le misure attuali - non… Leggi tutto

25 Luglio 2021

Al CEMAD-Gemelli Sala Ibrida high tech per patologie gastroenteriche

Il meglio delle tecnologie più moderne al servizio dei pazienti grazie al sostegno della Fondazione Roma e del suo presidente… Leggi tutto

25 Luglio 2021

“La mia salute non può aspettare”: J&J promuove il ritorno alle cure post-pandemia

Nel 2020, 1,3 milioni di ricoveri mancati e 144,5 milioni di prestazioni specialistiche in meno: tra gli effetti indiretti della… Leggi tutto

25 Luglio 2021
Impostazioni privacy