Associazioni consumatori e i rimborsi dei pedaggi autostradali A18 A20 Cas

Condividi

Continua l’operazione “Rimborsi” svolta dalle tre associazioni di consumatori, Federconsumatori, Arco Consumatori e Konsumer Messina, in sinergia con Cittadinanzattiva Sicilia Aps “Autostrade Sicure”, mirata a far ottenere agli utenti del CAS A18 e A20, attraverso un’azione legale, parte dei pedaggi autostradali riferiti agli ultimi 10 anni. Le tre associazioni, in sinergia con Cittadinanzattiva, hanno raccolto la protesta degli utenti, evidenziato gli enormi disagi,  con interminabili file e viste le precarie e pericolose condizioni delle due tratte autostradali, ritengono infatti dovuta una riduzione del pedaggio a seguito del carente servizio offerto dal CAS, in conseguenza della mancata manutenzione di cui si è reso responsabile negli anni il Consorzio. Le richieste possono essere inviate ai tre rappresentanti l’avv. Fulvio Capria di Federconsumatori Messina, l’avv. Angela Maria Sciglio di Arco Consumatori Taormina e la dott.ssa Linda Paparone di Konsumer Messina.

L’avv. Capria ha illustrato l’iniziativa, che è partita da lontano con i due esposti-denuncia presentati alla Procura della Repubblica di Messina, l’ultimo dei quali risalente a settembre 2020: ”Il nostro compito è quello di tutelare i consumatori. Le richieste di rimborso dei pedaggi autostradali che verranno azionate in sede giudiziaria, prendono lo spunto da pronunce favorevoli ai consumatori, ultima delle quali la recente sanzione di 5 milioni di euro comminata dall’Antitrust alla concessionaria Autostrade per l’Italia a seguito della mancata riduzione del pedaggio, dovuta per le precarie condizioni delle tratte autostradali gestite dalla predetta società”. L’avv. Sciglio ha evidenziato l’inadeguatezza, la pericolosità e la non conformità alla norme di sicurezza delle autostrade gestite dal CAS, come  peraltro confermato dalle relazioni annuali della Direzione Generale per la Vigilanza delle Concessionarie Autostradali: ”Speriamo che la magistratura possa dare sostegno e giustizia. È una situazione che coinvolge tutti. Nel ricordare che la vita è un dono prezioso che va tutelato, la mancanza di sicurezza nella percorrenza delle autostrade gestite dal CAS fa nascere il diritto degli utenti di chiedere il rimborso del pedaggio”. La dott.ssa Paparone ha evidenziato che “La richiesta di rimborso è una forma di protesta finalizzata alla risoluzione dell’ emergenza sicurezza”.

Ti potrebbe interessare

Visti gli innumerevoli disagi e incidenti, Domenico Interdonato di Cittadinanzattiva ha auspicato la sospensione o la riduzione del pedaggio, la messa in sicurezza delle tratte in oggetto e il ritiro della concessione al CAS: “La Sicilia e i siciliani hanno subito un gravissimo danno di immagine, bisogna ripartire dalle infrastrutture con mirati e razionali investimenti. Dalla deputazione nazionale e dal Ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini pretendiamo non più passerelle, non più dichiarazioni, ma fatti soprattutto dopo l’ispezione dell’ing. Placido Migliorino che con la sua ispezione ha sancito la pericolosità delle due tratte”.

Per informazioni in merito alla richiesta di rimborso,  rivolgersi a: avv. Fulvio Capria, tel. 3792147079 federconsumatori.me@libero.it; – avv. Angela Maria Sciglio, tel. 3881986633 arcoconsumatori.me@gmail.com – dott.ssa Linda Paparone, tel.3339953588  konsumer.messina@libero.it

Articolo del 8 Maggio 2021 10:26

Redazione CT

Redazione di Catania Sede principale

Articoli recenti

Ondate anomale di calore: bollino arancione per il 21 e 22 giugno, rosso il 23

CATANIA - Ondate anomale di calore sono previste in città con livello di criticità 2 (arancione) per lunedì 21 e… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Italia 30 risultati utili di fila, Mancini come Vittorio Pozzo

Roberto Mancini come Vittorio Pozzo. Il tecnico della Nazionale, agli ottavi di Euro2020, eguaglia il record del mitico ct dell'Italia… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Provenzano: “A Roma e Bologna candidati forti”



"È stata una grande prova di partecipazione, ora con Roberto Gualtieri e Matteo Lepore a Roma e a Bologna abbiamo… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Il pallone racconta – In questo Europeo c’è tanta Atalanta

Per la rubrica "Il pallone racconta", l'editorialista di Italpress, Franco Zuccalà, commenta la prestazione degli Azzurri contro il Galles. gm/mrv/red Leggi tutto

21 Giugno 2021

La barba al palo – Le due Italie di Roberto Mancini

Per la rubrica "La barba al palo", il direttore editoriale di Italpress, Italo Cucci, commenta la vittoria dell'Italia contro il… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Amministrative, Paragone: “Mia candidatura per una Milano diversa”

Una candidatura spontanea che parla alla città di Milano, che vuole dare risposte ai milanesi: "Sono colui che prova a… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Emergenza bare a Palermo, Faraone: “Chiediamo a Guerini di mobilitare Esercito”

"C'è un solo modo per rispondere all'emergenza delle 975 bare senza sepoltura da oltre un anno al cimitero dei Rotoli… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Non va d’accordo con la moglie ed evade per farsi mandare dalla mamma

CATANIA - I Carabinieri della Stazione di Catania Nesima hanno arrestato un catanese 35enne, responsabile di evasione. Nella mattinata domenicale… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Zona bianca: trasporti pubblici all’80%, Falcone “Archiviamo restrizioni e favoriamo la ripresa”

PALERMO - «Con l’atteso passaggio della Sicilia in zona bianca, diventa finalmente possibile innalzare il riempimento massimo dei mezzi di… Leggi tutto

21 Giugno 2021

Rubano una macchina, ma nell’inseguimento uno dei due si schianta

I Carabinieri della Stazione di Camporotondo Etneo hanno arrestato, nella flagranza, un 52enne di San Pietro Clarenza ritenuto responsabile di… Leggi tutto

21 Giugno 2021
Impostazioni privacy