L’indagine trae origine dalla denuncia di una ragazza di 16 anni, che era stata contatta su messenger dall’indagato ed era stata vittima di atti sessuali.
ads
Pubblicità