UniMe

MESSINA – Si sono aperte oggi le immatricolazioni ai corsi dell’Università di Messina; l’offerta formativa continua ad arricchirsi con l’istituzione di due nuovi corsi di laurea, si tratta dei CdL triennali in “Ingegneria biomedica” e in “Beni archeologici: territorio, insediamenti, cultura materiale”, presso la sede decentrata di Noto (in attesa di approvazione ministeriale).
Il Corso in “Ingegneria Biomedica” rappresenta un unicum nel territorio geografico di appartenenza, ponendosi l’obiettivo di formare profili professionali altamente qualificati in grado di rispondere alle sfide dell’innovazione tecnologica e delle nuove frontiere della Medicina.
L’attivazione del Corso in “Beni archeologici: territorio, insediamenti, cultura materiale”  all’interno di un comprensorio particolarmente importante a livello culturale e ricco di bellezze artistiche ed architettoniche, offre un notevole potenziale di sviluppo e punta alla formazione di laureati con un profilo professionale di carattere spiccatamente tecnico-operativo e orientato verso le Scienze applicate ai Beni culturali.
A Priolo Gargallo è, invece, in fase di approvazione ministeriale la replica del CdL in Infermieristica, attualmente attivo a Messina.

Pubblicità

I nuovi corsi si vanno ad aggiungere a quelli istituiti lo scorso anno accademico: la laurea triennale in Ingegneria gestionale e le due magistrali in Ingegneria elettronica per l’industria e Scienze e Logistica del trasporto marittimo ed aereo; la triennale in Sostenibilità ed Innovazione ambientale e la magistrale in Scienze dell’alimentazione e nutrizione umana afferenti al Dipartimento di Scienze chimiche, biologiche, farmaceutiche ed ambientali; ed infine la triennale in Scienze del Turismo, della cultura e dell’impresa interdipardimentale di Scienze cognitive, psicologiche, pedagogiche e degli studi culturali ed Economia.

Da quest’anno, secondo una normativa nazionale, ad eccezione dei minorenni e degli studenti stranieri, per immatricolarsi ai corsi sarà necessario accedere con le credenziali SPID
Ampia anche  l’offerta i in lingua straniera, Unime  offre numerosi corsi in lingua inglese e sono presenti percorsi di laurea magistrale che garantiscono l’ottenimento del doppio titolo di laurea. Questo tipo di Corso, organizzato in collaborazione con un’istituzione straniera (presso la quale si svolge parte del percorso formativo) consente  di acquisire  il titolo di laurea italiano e quello rilasciato dall’Università partner.

Per quanto riguarda i servizi e le agevolazioni, anche per quest’anno sono state confermate le fasce contributive dello scorso anno e  la no tax area fino 24.000 euro.
Confermato, inoltre, l’esonero del pagamento del Contributo Omnicomprensivo Annuale per i centisti e centisti e lode anche negli anni successivi al primo in caso di percorso di studio netto (regolarità di iscrizione e conseguimento di tutti i crediti previsti nel piano di studi, entro il 30 settembre, con una votazione media ponderata di 28/30).

Una nuova agevolazione , inoltre, è stata prevista per gli studenti, i cui genitori sono deceduti a causa del Covid-19, vale a dire  una riduzione pari al 50 % del contributo onnicomprensivo annuale .E’ stata inoltre prevista l’applicazione dell’ISEE Parificato per i cittadini italiani e stranieri non residenti in Italia e per i cittadini stranieri residenti in Italia ma che non sono autonomi rispetto al nucleo familiare ; come ogni anno è previsto, infine, il rimborso del fitto casa ai fuorisede, per un ammontare complessivo pari a 300.000 euro.

La scadenza delle immatricolazioni per i corsi a ingresso libero è prevista per il 30 settembre, mentre per quelli a numero programmato locale e nazionale è necessario consultare i bandi.

 

 

COPYRIGHT SICILIAREPORT.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità