Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Test Professioni sanitarie, il rettore Priolo parla agli oltre 2000 candidati

“Unict vi aspetta per progettare insieme il vostro futuro” in un messaggio inviato alle ragazze e ragazzi che si apprestavano a sostenere le prove di accesso ai corsi di laurea

Tempo di lettura: < 1 minuto

CATANIA – “Vi ringrazio di cuore per avere scelto l’Università di Catania e mi auguro di potervi presto accogliere come studenti Unict. Oggi vi state lanciando in un mondo, in parte ancora ignoto, con una prova che vi proietta verso il futuro: ci affidate il vostro avvenire e i vostri sogni. Noi ne siamo pienamente consapevoli e faremo di tutto per esserne all’altezza ed aiutarvi a progettare la vostra idea di vita, stimolandovi ad essere protagonisti e non soltanto semplici utenti dell’Ateneo”.

Il rettore Francesco Priolo ieri mattina ha indirizzato questo personale messaggio di ‘in bocca al lupo’ agli oltre duemila tra ragazze e ragazzi che si apprestavano a sostenere le prove di accesso ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie (Infermieristica, Ostetricia, Tecnica della riabilitazione psichiatrica, Fisioterapia, Logopedia, Ortottica ed assistenza oftalmologica, Dietistica, Tecniche di radiologia medica e diagnostica per immagini, Tecniche di laboratorio biomedico, Tecniche audioprotesiche, Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, Terapia occupazionale), incontrando un gruppo di loro nell’edificio della Didattica di Ingegneria, alla Cittadella universitaria.

Insieme con il presidente del corso di laurea in Medicina e Chirurgia Agostino Palmeri, il direttore generale dell’Ateneo Giovanni La Via e il dirigente dell’Area didattica Giuseppe Caruso, il rettore ha supervisionato l’andamento delle procedure di svolgimento dei test, ringraziando tutti i docenti e il personale impegnati nella complessa gestione delle prove a numero programmato nazionale, quest’anno gravate dalle rigide misure di sicurezza anti-Covid: “Già un’ora prima dell’inizio della prova i candidati erano ordinatamente sistemati nelle varie aule, senza particolari ritardi o imprevisti”, ha sottolineato con soddisfazione il rettore: “L’Ateneo sta dando il massimo perché tutto vada nel migliore dei modi, assicurando rigore, trasparenza e sicurezza”.

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci