Sicilia Report
Sicilia Report
Montalto 336×280

UniCt
Scuola Superiore: il rettore invia messaggio agli allievi, “anno difficile ma siamo faro culturale”

Il messaggio augurale del rettore Francesco Priolo agli Allievi della Scuola Superiore di Catania

CATANIA – «Il 2020 è stato un anno difficile, la pandemia ha stravolto le nostre abitudini, ma al tempo stesso ha lasciato un messaggio chiaro: le soluzioni per superare le difficoltà vanno cercate nell’alta formazione e la ricerca. Siamo consapevoli che la chiusura temporanea della Scuola Superiore di Catania a causa dell’emergenza sanitaria stia incidendo sui rapporti personali, ma appena sarà possibile riaprire in sicurezza lo faremo continuando ad essere quel “faro culturale” che rappresenta la nostra scuola d’eccellenza». È il messaggio augurale che il rettore Francesco Priolo ha inviato ieri, nel corso di un incontro “a distanza”, ai 90 Allievi della Scuola Superiore di Catania.

Bottone 980×300

«In questo momento è fondamentale agire con responsabilità e con la consapevolezza che gli organi d’Ateneo stanno continuando ad investire in questa comunità composta da alunni, docenti e personale tecnico-amministrativo – ha aggiunto il rettore -. Non a caso abbiamo approvato un dottorato internazionale sull’Intelligenza artificiale che si aggiunge a quelli di Storia, insieme con la “Normale” di Pisa, e sulla Salute».
In apertura la presidente della SSC, prof.ssa Maria Rosaria Maugeri, insediata appena tre mesi fa, ha evidenziato che «le attività della Scuola non si sono mai fermate tra lezioni a distanza e incontri online con personalità di rilievo scientifico grazie ai “Colloquia” e alle “Pillole di Ricerca” e che a breve saranno avviati alcuni seminari sul Covid e il disagio personale con esperti del settore, un dottorato internazionale sull’Intelligenza artificiale e uno sportello di mentoring per sostenere le candidature di allievi e allieve nelle carriere internazionali».

«Stiamo lavorando anche per l’attivazione di un Comitato editoriale nel campo della comunicazione e avviando collaborazioni con diversi atenei e centri di ricerca come ad esempio con la Scuola Superiore di Torino approvata nei giorni scorsi» – ha aggiunto la prof.ssa Maugeri -. Alla riapertura della “Scuola” i nostri allievi e le nostre allieve ritroveranno Villa San Saverio, sede della residenza SSC, ancora più accogliente con nuovi arredi del parco e con nuove strumentazioni tecnologiche a disposizione per garantire una formazione sempre più di eccellenza».

A seguire i messaggi augurali della pro-rettrice, prof.ssa Vania Patanè, dei docenti coordinatori di Classe, prof.ssa Adriana Di Stefano (Scienze umanistiche e sociali) e prof. Giuseppe Angilella (Scienze sperimentali), della coordinatrice amministrativa della Scuola, dott.ssa Elvira Cardillo, del rappresentante degli allievi Giulio D’Arrigo, e del presidente dell’associazione Alumni della Scuola Superiore di Catania, Paolo Arcidiacono. Nel corso dell’incontro Andrea Orlando, PhD. in Nuclear and Particle Astrophysics, ha tenuto un seminario dal titolo “Alla ricerca della ‘Stella dei Magi’ Il viaggio dei ‘tre Re’ tra scienza e mito” e l’Allievo Nino Greco ha suonato il Preludio e la Giga della seconda suite per violoncello di Bach.

I commenti sono chiusi.