Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Mobilità internazionale, un nuovo bando per studiare o svolgere tirocini all’estero

CATANIA – Un periodo da tre a sei mesi all’estero per ricerche finalizzate alla stesura della tesi o per svolgere tirocini, finanziato dal Miur con borse mensili comprese tra 350 e 500 euro. Questa l’opportunità offerta agli studenti dell’Università di Catania dal bando “Programma di ateneo per la mobilità internazionale outgoing visiting students”, già pubblicato sul portale www.unict.it.
Possono usufruire di questa opportunità tutti gli studenti regolarmente iscritti, per l’anno accademico 2018-2019, a qualsiasi corso di laurea (fino ad un anno fuori corso) o a un corso di dottorato di ricerca. I partecipanti dovranno avere adeguata conoscenza della lingua del Paese ospitante, attestata dal superamento di un esame universitario o dal conseguimento di una certificazione ufficiale. Le domande dovranno pervenire esclusivamente online tramite il modulo pubblicato nelle sezioni “internazionale” e “bandi mobilità internazionale” del portale d’Ateneo, entro il 30 maggio 2019.
Le graduatorie saranno compilate sulla base dell’indicatore Isee; a parità di indicatore conterà la media ponderata. In caso di ulteriore pari merito sarà premiato lo studente con il maggior numero di CFU acquisiti e, in ultima istanza, con la minore età anagrafica. Sarà cura del candidato, una volta accettata l’assegnazione della sede, avviare individualmente i contatti con l’Università prescelta per perfezionare l’accordo che gli permetterà di essere ammesso alla frequentazione di corsi, seminari, laboratori e altre attività formative, sostenere i relativi esami, svolgere attività inerenti la stesura della tesi o la realizzazione di tirocini.
Le borse sono finanziate direttamente dal Miur tramite il “Fondo per il sostegno dei giovani e per favorire la mobilità degli studenti”. L’importo sarà stabilito dall’indicatore Isee: 500 euro se inferiore o uguale a 13 mila euro; 450 euro fra i 13 mila e i 21 mila euro; 400 euro tra i 21 mila e i 26 mila euro e 350 euro se compreso tra 26 mila e 50 mila euro. Al termine della mobilità l’Ateneo verificherà l’effettiva permanenza dello studente nell’Ateneo ospitante e il numero di crediti acquisiti, provvedendo a ricalcolare l’importo spettante, che potrà essere a debito.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci