Sicilia Report
Sicilia Report

Fisica e Astronomia, domani pomeriggio la cerimonia finale del premio Asimov 2019

“Elogio della Parola” di Lamberto Maffei migliore libro di divulgazione scientifica

CATANIA – Il “Premio Asimov 2019” sbarca a Catania per la cerimonia finale della quarta edizione. Venerdì 18 ottobre, dalle 17, migliaia di studenti e docenti, in collegamento streaming, assisteranno da tutta Italia all’evento in programma nell’aula magna del dipartimento di Fisica e Astronomia “Ettore Majorana” dell’Università di Catania (via Santa Sofia 64).

Bottone 980×300

Ad aprire la cerimonia saranno il rettore Francesco Priolo e la prof.ssa Maria Grazia Grimaldi, direttore del Dfa dell’Università di Catania. Seguirà l’intervento di Lamberto Maffei, professore emerito di Neurobiologia alla Scuola Normale Superiore di Pisa, già presidente della Fondazione “Lincei per la Scuola”, vincitore del premio con il libro “Elogio della Parola” secondo il giudizio di una giuria popolare composta da 2500 studenti, provenienti da 100 scuole superiori e da 11 regioni italiane, che hanno letto, recensito e votato i sette libri in lizza. Il “verdetto” era stato espresso il 13 aprile 2019 durante una cerimonia congiunta che si è svolta nella sede del Gran Sasso Science Institute a L’Aquila, in collegamento con altre dieci sedi regionali, che ha registrato la presenza per il secondo anno consecutivo della Sicilia con il Dipartimento di Fisica e Astronomia “Ettore Majorana” dell’Università di Catania con i referenti Silvio Cherubini (Dfa, coordinatore regionale), Anna Gueli (Infn), Cettina Maiolino (Lns) e Alessia Tricomi (Csfnsm).

Il Premio Asimov – ideato e coordinato dal fisico Francesco Vissani – è una competizione che vede come protagonisti non solo gli autori delle opere in concorso ma anche gli studenti degli Istituti Superiori aderenti. Infatti i ragazzi non solo votano il miglior libro tra quelli proposti dalla Commissione Scientifica, ma possono inviare e concorrere con una loro recensione originale.

Quest’anno erano state selezionate dal comitato scientifico sette opere: le altre sei in gara erano “Il giro del mondo in sei milioni di anni” di Guido Barbujani e Andrea Brunelli, “Viaggi nel tempo” di James Gleick, “Intelligenza artificiale. Guida al futuro prossimo” di Jerry Kaplan, “Ultime notizie sull’evoluzione umana” di Giorgio Manzi, “Chimica verde 2.0” di Guido Saracco e “Scienziate nel tempo. 100 biografie” di Sara Sesti & Liliana Moro.

Commenti