Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Dalla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus 47 borse di studio per studenti dell’Ateneo in condizioni di svantaggio

La Fondazione ha assegnato 47 borse di importo variabile tra i 1.500 e i 3.000 euro ciascuno

Tempo di lettura: 2 minuti

CATANIA – Borse di studio assegnate a studenti dell’Università di Catania in condizioni di svantaggio – economico, fisico, psichico, sociale o familiare – tali da pregiudicare i risultati negli studi. È quanto prevedeva il bando 2018-2019 promosso dalla Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus, in collaborazione con l’Ateneo catanese. In particolare, la Fondazione ha assegnato 47 borse di importo variabile tra i 1.500 e i 3.000 euro ciascuno (cifra che sarà accreditata su carte prepagate), per un totale di 84.500 euro.
La cerimonia di assegnazione delle borse si è tenuta questa mattina nell’aula magna del Palazzo centrale. Sono intervenuti il rettore Francesco Priolo e il consigliere di amministrazione della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus Ernesto Tagliarini, oltre ai funzionari della filiale di piazza Trento di Intesa Sanpaolo Gaetano Maurizio Messina, Agostino Di Gregorio e Giuseppe Felice Corrao, che hanno fornito agli studenti le istruzioni per ricevere e attivare le carte. Alla cerimonia erano presenti anche il dirigente dell’Area della Didattica dell’Ateneo catanese Giuseppe Caruso, Maria Teresa Giannetti della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus e il responsabile delle relazioni territoriali in Sicilia di Intesa Sanpaolo Massimo Pesce.

Le 57 domande pervenute sono state vagliate da una commissione composta dal dott. Tagliarini, e dai docenti Salvatore Amato e Salvatore Massimo Oliveri. I contributi sono stati concessi agli studenti in possesso dei requisiti richiesti dal bando ed assegnati in base alla condizione di svantaggio economico, fisico, psichico, sociale o familiare dagli stessi documentata.
“Ci rende particolarmente orgogliosi avere la possibilità di accompagnare al successo formativo studenti in difficoltà” ha dichiarato il dott. Tagliarini. Questa iniziativa non vuol essere solo una forte testimonianza di attenzione, di vicinanza e di sensibilità sociale ma rappresenta un vero e proprio atto di giustizia sostanziale che da un lato favorisce il diritto allo studio a giovani in condizioni economiche e familiari svantaggiate e dall’altro realizza un vero e proprio investimento a favore dell’intera società. Questo il senso con il quale La Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus che oggi rappresento intende declinare il concetto di responsabilità sociale. La Fondazione ringrazia per questo il rettore, i membri della Commissione e quanti hanno collaborato alla gestione del bando”.
“Ringrazio la Fondazione per la sensibilità dimostrata – ha evidenziato il rettore Priolo -. Quella messa a disposizione è una cifra molto alta. Si tratta di un’occasione che mostra da un lato la collaborazione tra Università e territorio, dall’altro l’attenzione dell’Ateneo verso i suoi studenti. Proprio recentemente abbiamo messo a disposizione della Consulta degli Studenti 500 mila euro per diversi progetti, tra cui borse di studio da consegnare nel corso di quest’anno. Sarà la Consulta stessa a definire le modalità. E’ la prima volta che si fa una cosa del genere ed è un’iniziativa importante che si somma alle altre che l’Ateneo fa in partnership con il tessuto produttivo circostante”.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci