Sicilia Report
Sicilia Report fa uso di fact-checking e data journalism

Aci Trezza, studenti cinesi “scoprono” l’Isola Lachea

8

ACI TREZZA (CT) – Da Qing Dao, provincia di Shan Dong nel nord della Cina, all’Università di Catania per frequentare il corso propedeutico di lingua italiana della “Scuola di Lingua e Cultura italiana per stranieri” e successivamente per immatricolarsi ai corsi di laurea triennale in Informatica e in Economia aziendale. Un percorso formativo che quattro studenti cinesi – Zhao Yun, Wang Xiaozhou, Liu Haining e Yin Hao – hanno avviato nei giorni scorsi, nell’ambito del Programma “Marco Polo” dopo un breve tour tra i palazzi storici dell’ateneo catanese e gli impianti sportivi del Cus Catania oltre alla Riserva naturale integrale “Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi”, gestita dal centro di ricerca universitario Cutgana.
Una visita guidata – organizzata dalla delegata alla Internazionalizzazione (ambito scientifico) Maria Alessandra Ragusa – per ammirare l’area protetta di Aci Trezza, caratteristica per la presenza della lucertola endemica “Podarcis sicula ciclopica”, della grotta dell’Eremita, del Museo della Stazione Studi sul Mare dell’Isola Lachea (con i rari reperti archeologici e alcuni esemplari impagliati della fauna ittica del Mediterraneo) e della stazione di biologia marina.
Da diversi anni l’isolotto ciclopico è meta di studenti, docenti e studiosi stranieri sia nell’ambito del programma “Erasmus”, sia di diversi progetti di ricerca internazionali in campo geologico, botanico e bio-marino.
A guidare la delegazione cinese – composta anche dall’interprete Zhu Chao e dal componente dello staff cinese Chong Qun Jiang – l’esperta del Cutgana Natalia Leonardi e il responsabile della riserva Domenico Catalano. La dott.ssa Leonardi ha evidenziato, inoltre, le peculiarità naturalistiche e geologiche dell’arcipelago delle Isole Ciclopi frutto di un’intensa attività eruttiva in ambiente sottomarino che si verificò 500mila anni fa.

Commenti
Loading...

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci