Sicilia Report
Sicilia Report

Aci Trezza, studenti cinesi “scoprono” l’Isola Lachea

ACI TREZZA (CT) – Da Qing Dao, provincia di Shan Dong nel nord della Cina, all’Università di Catania per frequentare il corso propedeutico di lingua italiana della “Scuola di Lingua e Cultura italiana per stranieri” e successivamente per immatricolarsi ai corsi di laurea triennale in Informatica e in Economia aziendale. Un percorso formativo che quattro studenti cinesi – Zhao Yun, Wang Xiaozhou, Liu Haining e Yin Hao – hanno avviato nei giorni scorsi, nell’ambito del Programma “Marco Polo” dopo un breve tour tra i palazzi storici dell’ateneo catanese e gli impianti sportivi del Cus Catania oltre alla Riserva naturale integrale “Isola Lachea e Faraglioni dei Ciclopi”, gestita dal centro di ricerca universitario Cutgana.
Una visita guidata – organizzata dalla delegata alla Internazionalizzazione (ambito scientifico) Maria Alessandra Ragusa – per ammirare l’area protetta di Aci Trezza, caratteristica per la presenza della lucertola endemica “Podarcis sicula ciclopica”, della grotta dell’Eremita, del Museo della Stazione Studi sul Mare dell’Isola Lachea (con i rari reperti archeologici e alcuni esemplari impagliati della fauna ittica del Mediterraneo) e della stazione di biologia marina.
Da diversi anni l’isolotto ciclopico è meta di studenti, docenti e studiosi stranieri sia nell’ambito del programma “Erasmus”, sia di diversi progetti di ricerca internazionali in campo geologico, botanico e bio-marino.
A guidare la delegazione cinese – composta anche dall’interprete Zhu Chao e dal componente dello staff cinese Chong Qun Jiang – l’esperta del Cutgana Natalia Leonardi e il responsabile della riserva Domenico Catalano. La dott.ssa Leonardi ha evidenziato, inoltre, le peculiarità naturalistiche e geologiche dell’arcipelago delle Isole Ciclopi frutto di un’intensa attività eruttiva in ambiente sottomarino che si verificò 500mila anni fa.

Commenti