Turismo: previsti 205mila passeggeri nel 2019

di
Le stime parlerebbero di un incremento di approdi al porto di Catania con navi da crociera poco meno raddoppiate

CATANIA – “I 205 mila passeggeri delle navi da crociera che nel 2019 approderanno a Catania dovranno trovare servizi adeguati per aiutarli a conoscere e apprezzare le nostre bellezze naturalistiche. Entro pochi giorni posizioneremo gli info-point, realizzeremo una nuova brochure di Catania in più lingue e un percorso protetto dalla polizia municipale per condurre dal Porto al centro storico. Un passo alla volta stiamo creando le condizioni per fare di Catania una città turistica all’avanguardia, una capitale del Mediterraneo che accolga turisti e visitatori di tutto il mondo”. Lo hanno detto il sindaco Salvo Pogliese e il presidente dell’autorità del sistema portuale della Sicilia orientale Andrea Annunziata illustrando gli incrementi ai flussi turistici previsti nel 2019 delle navi da crociera in transito per il Porto di Catania. “I crocieristi che sbarcheranno, quest’anno più del triplo rispetto a due anni fa, -ha spiegato il sindaco Pogliese- per visitare la città a piedi, attraverseranno un percorso pedonale a loro dedicato all’interno del Porto, transiteranno dalla Vecchia Dogana per poi continuare lungo il perimetro esclusivamente pedonale all’interno degli archi della Marina fin quasi alle mura di Carlo V, per poi attraversare la strada nel punto più sicuro, con un servizio di polizia locale presente sul posto, così raggiungere agevolmente piazza Duomo, percorrendo Via Dusmet sino all’ingresso di Porta Uzeda”. All’incontro hanno partecipato anche il presidente del consiglio comunale Giuseppe Castiglione, gli assessori Mirabella e Parisi e il capo di gabinetto Giuseppe Ferraro che ha anche la responsabilità dell’ufficio turismo.
Inoltre, nell’ottica del potenziamento dei servizi di informazione turistica il sindaco ha chiarito “l’Amministrazione si prefigge in tempi brevissimi di realizzare info-point in luoghi strategici che diano ai turisti le prime informazioni sulla città e sui siti di interesse storico. Grazie alla proficua collaborazione con l’Autorità Portuale, inoltre, si è potuto attivare il servizio di informazione ed accoglienza turistica ai croceristi presso la stazione marittima. Il servizio garantito dal personale bilingue dell’Ufficio Turistico del Comune -ha aggiunto Pogliese- provvederà secondo il calendario di arrivo delle navi da crociera a fornire informazioni per agevolare, inoltre, il turista a raggiungere il centro della città e le mete più rappresentative della Sicilia; ad assicurare i servizi necessari ad orientare e migliorare il soggiorno del turista; a diffondere gratuitamente su richiesta del turista materiale informativo city map e brochure che verranno rinnovate con nuove impostazioni grafiche; all’individuazione dei percorsi da consigliare secondo il tempo di permanenza del crocerista in città”. Nel ringraziare l’Autorità portuale per la sinergia col Comune che ha prodotti straordinari successi in termini di incrementi di presenze di crocieristi in città, Pogliese ha ribadito:”L’incremento considerevole della tassa di soggiorno, oltre il 60 % solo nel secondo semestre del 2018 valore che puntiamo a raddoppiare nel 2019, sono dati che ci confermano il valore di Catania come meta di rilievo nazionale, come ha confermato anche il motore di ricerca Jet Cost, secondo cui per la prossima Pasqua, Catania è la località più ricercata dove trascorrere una vacanza. Un risultato importante che ci spinge a fare sempre meglio nell’offerta dei servizi turistici a cominciare da una promozione della Città a livello internazionale”.
La prima nave da crociera ad attraccare per la nuova stagione 2019 sarà domani mattina Costa Fascinosa con 3800 passeggeri, mentre l’ultima in calendario è Pacific Princess, il 3 Dicembre, per un totale di 114 approdi. Ottobre prossimo sarà il mese con il maggior numero con oltre 50 mila passeggeri previsti solo in quel mese, su un totale complessivo per il 2019 che si aggira sui 205 mila arrivi. Il Presidente dell’autorità di Sistema Portuale Andrea Annunziata, anche alla luce di questi risultati ha ribadito che “bisogna puntare sulla trasformazione dello scalo etneo in “home port”, grazie al binomio “porto – aeroporto” veri assetti strategici del nostro territorio. Un obiettivo alla portata del nostro porto che ha bisogno di una nuova governance coordinata dal Sindaco del Comune e della città metropolitana di Catania attraverso la costituzione di un network formato da un management preparato e motivato, integrato da esperti e qualificati rappresentanti delle associazioni alberghiere e del commercio. Solo così si potrà implementare il turismo croceristico, i cui flussi devono essere incentivati dall’arrivo dei turisti a bordo delle Compagnie aeree il nella nostra città per trascorrere il fine settimana e partire per la crociera nel Mediterraneo dal porto di Catania. Un grande business al quale la nostra economia non può rinunciare”.

Numero Approdi navi da crociera e flusso passeggeri degli ultimi tre anni e previsione anno 2019