Sicilia Report
Notizie e media attraverso l'uso del fact-checking e data journalism

Tornano “I treni storici del Gusto”, 24 itinerari dal 22 agosto

Promossi dall'assessorato regionale al Turismo in collaborazione con la Fondazione FS italiane, con la partecipazione di Slow Food Sicilia e con l'utilizzo dei finanziamenti del Po Fesr Sicilia 2014/2020

Tempo di lettura: 2 minuti

Palermo, 4 ago. – Ventiquattro appuntamenti in lungo e in largo per ammirare i luoghi più belli e affascinanti della Sicilia, con i suoi colori e sapori, in un viaggio slow sui binari delle ferrovie. Ripartono da sabato 22 agosto i ‘Treni storici del gusto’ promossi dall’assessorato regionale al Turismo in collaborazione con la Fondazione FS italiane, con la partecipazione di Slow Food Sicilia e con l’utilizzo dei finanziamenti del Po Fesr Sicilia 2014/2020. L’iniziativa è stata presentata oggi nella sede dell’assessorato regionale a Palermo, alla presenza dell’assessore Manlio Messina, del direttore generale Fondazione FS Italiane Luigi Cantamessa, del direttore generale dell’assessorato Lucia Di Fatta e del presidente diSlow Food Sicilia Saro Gugliotta.
Viaggiando sulle carrozze Centoporte degli anni ’30 si potranno percorrere le linee panoramiche siciliane, lontano dagli itinerari turistici più inflazionati. Già a bordo del treno, il viaggiatore potrà conoscere alcuni dei prodotti tipici della Sicilia, tutelati da quasi 50 presidi Slow Food, e ascoltare racconti e tradizioni a loro legati. Per evidenziare il legame tra cibo e cultura, il calendario dei viaggi è stilato in modo da corrispondere anche alle varie manifestazioni.

“L’iniziativa dei Treni Storici del Gusto, voluta fortemente dal governo Musumeci, è qualcosa di estremamente affascinante – ha affermato l’assessore Messina – perché permette al visitatore, al turista, di compiere un viaggio che diventa una esperienza di fronte alla quale ci possiamo soltanto far trascinare. Un viaggio diverso alla scoperta dei luoghi, dei siti più belli della nostra Isola a bordo di treni che hanno fatto la storia del trasporto nel nostro Paese. E al contempo un viaggio alla scoperta del gusto, dell’enogastronomia eccellenza della Sicilia, grazie a Slow Food. I treni storici, in questa fase delicata del nostro turismo e della nostra economia, possono diventare un punto di riferimento per tutti coloro che desiderano andare alla scoperta di qualcosa di diverso mettendo in moto un processo virtuoso capace di dare un impulso importante alla filiera del turismo”.

“Il calendario 2020 prevede ben 24 itinerari in treno d’epoca a bordo dei quali, sia i turisti che i siciliani, avranno mododi vivere una esperienza di viaggio slow, immersi nella natura e nei paesaggi dell’Isola – ha aggiunto Cantamessa – Inauguriamo la stagione dei treni storici con un viaggio con una littorina da Palermo alla Valle dei Templi di Agrigento il 22 agosto”.
“Slow Food – sottolinea Gugliotta – si occuperà della narrazione dei prodotti legati al territorio che attraversa il treno, regalando ai viaggiatori una chiave di lettura diversa e più approfondita dei giacimenti enogastronomici della nostra Isola”.
(Adnkronos)

I commenti sono chiusi.

Questo sito usa dei cookie tecnici necessari al corretto funzionamento del sito stesso creati direttamente dalla piattaforma. Diamo per scontato che tu sia d'accordo, ma se vuoi puoi liberamente decidere di uscire. Accetto Approfondisci